Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Eventi Italia

Eventi Italia

Capolavori della Galleria Sabauda a Genova

La mostra allestita nella Sala delle Udienze, dal 13 febbraio al 1 giugno 2014, presenta al pubblico undici capolavori della Galleria Sabauda, tra cui dipinti di Bernardo Strozzi, Anton Van Dyck, il Tintoretto, trasferiti negli anni trenta e quaranta dell’Ottocento da Genova a Torino.

Si tratta di una scelta di undici titoli tra i capolavori presenti nel riallestimento della Galleria Sabauda nella nuova sede della Manica Nuova di Palazzo Reale di Torino e attualmente in deposito temporaneo presso la Cavallerizza del Castello di Moncalieri, in attesa della conclusione dei lavori prevista nel corso del 2014.

La mostra è promossa e organizzata dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria e della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria, in collaborazione con la Direzione Regionali per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte e la Galleria Sabauda. Read more

Creature fantastiche della paura e del mito a Roma

Con “Mostri. Creature fantastiche della paura e del mito”, torna una grande mostra al Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo, dopo il percorso di rinnovamento degli allestimenti delle collezioni permanenti perseguito negli ultimi anni. L’esposizione, attraverso più di cento reperti archeologici, indaga i miti della tradizione classica che hanno influenzato l’arte moderna e contemporanea, e il cinema in particolar modo.
L’allestimento si ispira a un labirinto, la forma più antica del viaggio iniziatico che ogni eroe deve affrontare per accedere a una consapevolezza superiore.

Straordinari prestiti dai musei di tutto il mondo – Atene, Berlino, Basilea, Vienna, Los Angeles e New York – cui si aggiungono i prestigiosi reperti giunti da numerose collezioni di archeologia di musei italiani, consentono di restituire un ampio panorama dell’iconografia delle creature fantastiche presenti nelle culture antiche. Grifi, Chimere, Gorgoni, Centauri, Sirene, Satiri, Arpie, Sfinge, Minotauro, Tritone, Pegaso, Scilla e l’Idra di Lerna sono rappresentati su oggetti di tipologie diverse: sculture, terrecotte architettoniche, vasellame, armi, affreschi e mosaici di diversi ambiti culturali e cronologici, dall’Oriente alla Grecia al mondo etrusco, italico e romano. Read more

Itinerari romani dell’Italia in mostra a Zuglio

Presso il Museo Archeologico di Zuglio, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, viene inaugurata una nuova, importante mostra, frutto della forte sinergia tra il Comune di Zuglio e la Soprintendenza per i beni archeologici del Friuli Venezia Giulia e del sostegno della Fondazione Aquileia e di numerosi Enti pubblici e privati.
In viaggio verso le Alpi. Itinerari romani dell’Italia nord-orientale diretti al Norico”, questo il titolo della mostra, per illustrare il lungo e faticoso viaggio che, in epoca romana, occorreva intraprendere per raggiungere le regioni Oltralpe, con partenza dalla porta nord-occidentale di Aquileia: dal Mare Adriatico alle Alpi orientali. Un’esposizione interamente dedicata al tema della viabilità nel comparto più orientale dell’Italia romana, con particolare attenzione alle direttrici stradali di collegamento tra i territori di pianura, prossimi alla costa adriatica, e le zone poste Oltralpe. Read more

Alma Tadema, storia e mito a Roma

Dal 16 febbraio il Chiostro del Bramante a Roma ospita cinquanta opere del collezionista messicano Juan Antonio Pérez Simòn raccolte nella mostra “Alma-Tadema e i pittori dell’800 inglese. Collezione Pérez Simòn” a cura di Véronique Gerard-Powell. La mostra, visibile fino al 5 giugno, è un progetto di Culturespaces realizzato con il patrocinio di Roma Capitale, prodotta e organizzata da Dart – Chiostro del Bramante e Arthemisia Group. Dopo la tappa romana l’esposizione sbarca al Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid.

Il percorso espositivo racconta il mondo creato dai padri dell’Aesthetic Movement, accomunati da tendenze simili, ma ognuno con il suo personalissimo stile: da Millais e Rossetti, i padri preraffaelliti, insieme al poco più giovane Burnes Jones, fino al genio di sir Lawrence Alma Tadema e le sue tele dedicate al mondo della Grecia e della Roma Imperiale; ma anche i lavori di sir Frederic Leighton, mitologia e introspezione profonda, come nella Antigone; e ancora John William Waterhouse, capace di unire lo stile preraffaellita con l’impressionismo. Read more

"Arte in corte", un nuovo festival a Manerba

Dal 30 marzo al 4 maggio, a Manerba del Garda, in provincia di Brescia, nello spazio Corte de La Filanda,si svolgerà la prima edizione di Arte in Corte Festival, organizzato da Agriturismo la Filanda di Alessandra Cavazza con la direzione artistica di Dario Bertelli e il patrocinio del Comune. La rassegna proporrà al pubblico otto appuntamenti all’insegna dell’enogastronomia, della musica, dei libri, del cinema e della fotografia.

Ad aprire la manifestazione che promuove l’immagine della Valtenesi come terra dell’arte gastronomica e luogo delle arti sarà, sabato 30 marzo, l’evento inaugurale che avrà luogo alle 15 e sarà seguito alle 16 dall’apertura della mostra fotografica “Berlin” dell’artista Batsceba Hardy. In serata, alle 21.30, si svolgerà “Corti in Corte”, organizzato dall’Associazione Culturale Quofilm, rassegna che vedrà la proiezione di una selezione dei migliori cortometraggi presentati nelle cinque passate edizioni del Filmfestival del Garda, alla presenza del direttore artistico della sezione cortometraggi Umberto Soncina, oltre ad alcuni tra i registi premiati. Read more

"Ri-conoscere Michelangelo", alla Galleria di Firenze

In occasione delle celebrazioni per i quattrocentocinquanta anni dalla morte di Michelangelo Buonarroti, la Galleria dell’Accademia di Firenze, in collaborazione con Fratelli Alinari, presenta la mostra “Ri-conoscere Michelangelo – La scultura del Buonarroti nella fotografia e nella pittura dall’Ottocento ad oggi” aperta al pubblico dal 18 febbraio al 18 maggio e realizzata con il coordinamento dell’Accademia delle Arti del Disegno.

L’esposizione è uno sguardo sull’opera di Michelangelo attraverso i lavori di scultori, pittori e fotografi che hanno guardato a lui come riferimento iconografico: partendo dalla produzione fotografica realizzata tra il XIX e il XX secolo, si è cercato di evidenziare il ruolo determinante che la fotografia ha svolto nel consolidare la fortuna del Buonarroti e la celebrazione del suo mito.

Il percorso della mostra prende avvio dalle rappresentazioni della fisionomia e della personalità di Michelangelo, con opere di Eugène Delacroix e Auguste Rodin e di altri autori che hanno operato con il nuovo medium fotografico alle origini, tra i primi Eugène Piot, Édouard-Denis Baldus, gli Alinari, John Brampton Philpot.

Edvard Munch in mostra a Genova fino ad Aprile 2014

Martedì 5 Novembre 2013 alle ore 18 a Palazzo Ducale di Genova inaugura, nella Sala del Maggior Consiglio, un grande evento: 150 opere per celebrare i 150 anni dalla nascita di Edvard Munch, un artista che ha rivoluzionato l’arte del Novecento.
Marc Restellini, direttore della Pinacothèque de Paris e il maggior esperto dell’artista, si occupa dell’esposizione di questa imperdibile mostra che ci fa scoprire il percorso del pittore norvegese che ha saputo stravolgere l’arte del ventesimo secolo, passando ad un tipo di pittura completamente nuova, che sapeva capire l’interiorità dei suoi personaggi.
Definito “il pittore dell’angoscia”, viene celebrato in Norvegia con un festival speciale di mostre, incontri e tantissimi spettacoli. Ma non è solo il suo paese a voler ricordare la sua arte, così fino al 27 Aprile 2014 anche tutti noi avremo l’opportunità di intraprendere questo percorso che racconta anche il suo cambiamento esistenziale, oltre che artistico.
Un’ottima occasione anche per visitare una mostra nella mostra, ovvero “Warhol after Munch” che ci fa vedere l’artista norvegese attraverso gli occhi dell’artista pop per eccellenza, con tante opere realizzate da Andy Warhol ed ispirate dal suo lavoro.

Orari: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00. Lunedì dalle 14.00 alle 19.00. La biglietteria chiude un’ora prima.
Biglietti: intero € 15,00; ridotto € 14,00 per giovani fino a 25 anni, maggiori di 65 anni, gruppi di almeno 15 persone e apposite convenzioni; ridotto speciale per scuole e minori di 18 anni.
Telefono: +39.010.9868057
E-mail: biglietteria@palazzoducale.genova.it

Ad Alba la Festa del Vino

Torna domenica 29 settembre 2013 la Festa del Vino, XV edizione della manifestazione che porta in scena, lungo tutto il centro storico di Alba, in Piemonte, le espressioni vinicole più rappresentative del territorio di Langa e Roero.

L’iniziativa, promossa da Go Wine, è divenuta nel tempo un appuntamento molto amato dal pubblico degli appassionati enoici, italiani ed esteri; un format che anche quest’anno consentirà di percorrere l’itinerario dalla Piazza del Duomo lungo tutta la “Via Maestra”, trasformata per un giorno in un’ideale ‘via del vino’.

Alba - Festa del VinoLa manifestazione coinvolge le realtà vinicole dei Comuni di Langa e Roero (oltre 25!), mantenendo la sua connotazione di evento festoso, che richiama il tempo e il carattere gioioso della vendemmia, con la presenza delle realtà di promozione locale, delle cantine e delle botteghe del vino e delle associazione di produttori.

Dalle ore 14.00 alle ore 20.00 i produttori, organizzati attraverso i Comuni partecipanti, presenteranno in degustazione le loro produzioni e promuoveranno la loro realtà territoriale e le loro manifestazioni.

La disposizione dei banchi d’assaggio sarà organizzata per aree omogenee affinché i visitatori possano idealmente percorrere le varie aree di produzione. Dai celebri Barolo e Barbaresco, fiori all’occhiello del territorio, agli altri nobili vini delle Langhe e del Roero: il Nebbiolo d’Alba, il Roero, il Roero Arneis, la Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba, di Diano e di Dogliani, e molti altri vini ancora.

Dalle adesioni alla Festa del Vino che stanno pervenendo si annuncia un banco d’assaggio straordinario con molte etichette (oltre 700!) rappresentate: un’occasione straordinaria per conoscere nuovi e diversi prodotti, per assaporare il fascino di un percorso nel centro storico della città, conoscendo le tipicità che firmano le colline attorno ad Alba.

Ogni visitatore potrà effettuare le degustazioni acquistando un calice di vetro, con la possibilità poi di scegliere e confrontare i vini proposti in degustazione.

La Festa del Vino si svolge d’intesa con l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, con la collaborazione di Ente Turismo Alba, Bra Langhe e Roero e con il sostegno di: Banca d’Alba, Egea, Gino Mercedes S.p.a., Acqua Sparea, Generali Ass.ni, Fiduciaria Immobiliare Langhe, Bianco Rosso Rosè, Vincafè, La Sacrestia.

La Gioia e la Forza del Disegno a Torino

Dal 6 giugno al 29 settembre la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino presenta la mostra dedicata alle opere su carta di Nicola De Maria – celebre artista contemporaneo inserito tra i cinque esponenti della Transavanguardia – presso l’exhibition area del museo.

Il percorso espositivo comprende più di trecento lavori, realizzati dagli anni Settanta fino ad oggi; inoltre, per l’occasione l’artista ha creato alcune opere site specifiche: un’imponente opera muraria e due carte di grandi dimensioni. Read more

L'orologeria del '700 a Trento

A Castel Thun dal 5 luglio al 13 ottobre la mostra dedicata all’orologeria trentina del Settecento.

Si potranno ascoltare i rintocchi di antichi orologi il prossimo 5 luglio alle 18.00 nella Torre della biblioteca a Castel Thun, gli stessi suoni che, allo scoccare dell’ora e dei quarti, risuonavano nelle sale del maniero e delle principali residenze trentine nel corso del Settecento. Simbolo di grande prestigio fino dal XVI secolo, l’orologio divenne un ambito e diffuso elemento d’arredo proprio nel XVIII secolo, quando in Val di Non, a Trento e a Rovereto si distinsero importanti botteghe, sostenute da una raffinata committenza nobiliare. Una pagina importante dell’orologeria europea fu scritta a Mocenigo di Rumo, non troppo distante dal castello dei Thun, nel laboratorio di Bartolomeo Antonio Bertolla, indiscusso protagonista di quella stagione, mentre a Brez lavorava il meno noto, ma abile, Giorgio Lorenzon. Read more

Pages:« Prev123456Next »