Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Viaggi a tema - Viaggi in camper»Weekend tra Lago Maggiore e Lago d’Orta
Lago Maggiore

Weekend tra Lago Maggiore e Lago d’Orta

Weekend tra Lago Maggiore e Lago d’Orta è il viaggio a tema che si snoda tra questi due laghi, che potete ripercorrere sul vostro mezzo a quattro ruote preferito. Il Lago Maggiore è il secondo per superficie in Italia dopo il Lago di Garda e sulle sue sponde insistono parecchi comuni mentre le rive sono condivise dall’Italia e dalla Svizzera, quest’ultima possiede il 20% della superficie del lago. Il Lago d’Orta è conosciuto invece come uno dei laghi più romantici d’Italia. E come negare che i laghi, piccoli o grandi che siano, non posseggano quell’alone di mistero e quel fascino che accarezza le corde degli innamorati?

Non solo: una vacanza al Lago è adatta anche agli sportivi o a chi vuole rilassarsi. Ci si può un mantenere in forma praticando numerosi sport (vela, windsurf, kayak, jogging) e, nella bella stagione, sono parecchi gli eventi che vengono organizzati sulle sponde dei laghi italiani.

Sul Lago d’Orta i centri principali sono Omegna e Orta San Giulio. Omegna è nota per la Festa di San Vito che si tiene in agosto e attira numerosi viaggiatori per assistere agli spettacolari fuochi d’artificio sul lago. Orta San Giulio è la perla de Lago d’Orta insieme alla piccola isola che la fronteggia. Ad Orta San Giulio ci si immerge in una atmosfera medievale con palazzi signorili, viuzze e tipiche costruzioni in pietra. L’Isola di San Giulio si raggiunge in battello dal porticciolo. Qui si potranno ammirare una chiesa romanica e un antico monastero.Weekend tra Lago Maggiore e Lago d’Orta

Tra i luoghi più suggestivi del Lago d’Orta c’è il Sacro Monte che domina il lago. Il Sacro Monte conta 21 cappelle edificate tra le fine del sedicesimo e la fine del diciottesimo secolo con affreschi e sculture in terracotta. Dal 2003 i Sacri Monti di San Francesco a Orta, la Santissima Trinità di Ghiffa e il Monte Calvario di Domodossola sono stati inseriti nella Lista dei Beni Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Le opere pittoriche e scultoree costituiscono un vero e proprio patrimonio e furono realizzate da valenti artisti dell’epoca, tuttavia fanno parte integrante della visita al Sacro Monte anche gli aspetti naturalistici. Il Promontorio su cui sorge il Sacro Monte è costituito da rocce che si sono formate da ghiacciai quaternari, la flora si compone di specie sempreverdi e di essenze tipicamente montane tra le quali il mirtillo nero.

Il Tour in camper tra i due laghi si dirama in questo percorso:

Arona

Arona è oggi uno dei più vivaci centri turistici del lago Maggiore con la sua Rocca di Angera nel cuore della cittadina. Dopo 2 km si può ammirare il colosso di San Carlone alto 20 mt tutto in rame, è possibile accedere alla sommità tramite due scale in ferro e godere del panorama lacustre.

Stresa

Continuando per altri 17 km si raggiunge Stresa, altro importante centro turistico, fermandosi si possono visitare Villa Pallavicini con il suo giardino botanico  e Villa Ducale con il parco zoologico dalle rare specie faunistiche.

Baveno

Da Baveno a soli 4 km si possono visitare le celebri Isole Borromee (Isola Madre, Isola Bella  e l’Isola dei pescatori). Qui è possibile fermarsi presso l’area sosta.

Area Sosta:

L’area sosta di Baveno in provincia del Verbano Cusio Ossola, si trova in Piazza Umberto Giordano, la continuazione di Viale Roma, appena superato il ponte della ferrovia. Il piazzale dista dal lungo lago (lago Maggiore) circa 350 metri, i primi negozi, bar, ristoranti ed altro si trovano a poco meno di 150 metri.
L’area di sosta per autocaravan di Baveno è ubicato in un ampio piazzale da una trentina di piazzole, è a ridosso della ferrovia ma resta comunque tranquilla e poco rumorosa, l’area è in piano su fondo in autobloccanti, illuminata da lampioni pubblici è servita da una struttura in muratura dove ospitano i servizi igienici all’ingresso.
Sempre all’ingresso si trova la colonnina del parchimetro a moneta e il camper service e la fontanella dell’acqua potabile, il camper service è a pozzetto con coperchio in metallo, semplice ma ottimamente fruibile sia in manovravibiltà sia nelle operazioni di scarico e carico delle acque dopo una giusta centratura.
Non ci sono colonnine per gli allacci della corrente elettrica, il piazzale è parzialmente obreggiato e i cani sono ammessi.
Tariffe: € 12,00 al giorno – € 5,00 solo camper service.
Tempo di permanenza: 72 ore – Apertura annuale.

Orta San Giulio

Proseguendo lungo la strada s incontra il piccolo lago di Mergozzo e dopo 9 km si arriva a Omegna, prima località sul Lago d’Orta con le sue antiche case medioevali.
Costeggiando la sponda orientale del lago dopo 10 km si giunge ad Orta San Giulio (con area sosta), romantico borgo di origine medioevale, dal piccolo porto è possibile raggiungere l isola di San Giulio con la sua antichissima Basilica.

Area Sosta:

Il punto sosta di Orta San Giulio si trova all’ingresso del bellissimo borgo sul Lago di Orta, in Via Panoramica, di fianco inoltre si trova la reception dell’info Point.
Il punto sosta è in un piazzale pubblico, diviso in due parti, una per gli autobus e l’altra proprio per le autocaravan. la sosta è in leggero declivio su fondo in asfalto, illuminata da lampioni pubblici e possiede un ombreggiatura parziale.
Non c’è il camper service e l’ingresso e la sosta sono regolamentati da parchimetro a moneta (attenzione non da il resto), le dimensioni del parcheggio non molto ampio in larghezza da la possibilità di far parcheggiare 22 veicoli.
Sempre nel piazzale di sosta per bus e camper in mezzo e sotto l’ufficio turistico si trovano i servizi igienici per ambo i sessi gratuiti.
Il punto sosta si trova a circa 500 metri dal centro storico di Orta San Giulio, percorribile a piedi in pochi minuti (zona pedonale).
Tariffe: € 2,00 un ora – € 10,00 al giorno – Tempo di permanenza 72 ore.
Non sono consentiti aprire tendalini e tavolini con le sedie, i cani sono ammessi.

Madonna del Sasso

Proseguendo lungo la costa, dopo 19 km si giunge alla Madonna del Sasso, località con il suo santuario che sorge a 638 metri di altitudine.
Davanti alla chiesa si ammira un panorama sconfinato, dai monti più vicini, ai contorni sfuggenti delle Alpi, in basso si susseguono i ridenti paesi della vallata e in fondo verso sud, quando il cielo è molto limpido, si scorgono Novara, Vercelli e Milano. Qui è possibile fermarsi presso la bella area sosta e trascorrere la notte in totale tranquillità.

Area Sosta:

Per accedervi all’area di sosta bisogna attraversare la piccola frazione di Boleto.  L’area di sosta è completamente immersa nella quiete del verde rigoglioso di queste colline affacciate sul Lago d’Orta, da quì si può godere di un panorama incantevole sul lago e le sue montagne che lo racchiudono, la sosta confina con il piccolo cimitero della frazione di Boleto. L’area di sosta è gratuita, in piano e su fondo in autobloccanti, non molto ampia, può ospitare una dozzina circa di veicoli, non ha allacciamenti elettrici ma in compenso è illuminata e possiede una fontanella dell’acqua potabile e un camper service “Sanitary Station” della Fiamma, semplice e abbastanza fruibile nelle manovre con i veicoli, un pò meno per lo scarico delle acque, visto che lo spazio utile per l’operazione è minimo e la centratura è difficoltosa se non si possiede il manicotto per cui è stato progettato, ottimo invece per le cassette-wc. Subito nelle vicinanze tra il Santuario e l’area di sosta, un ampio parco pubblico nel verde dove trovano spazio giochi per bambini e tavoli e panche per i pic-nic gratuiti. L’area di sosta è aperta tutto l’anno, non sono segnalati i limiti di permanenza. Il centro del piccolo borgo di Boleto dista un chilometro circa, il Santuario della Madonna del Sasso invece poche centinaia di metri.

Leave your comment

Your Name: (required)

E-Mail: (required)

Website: (not required)

Authorization code from image: (required)


Message: (required)

Send comment