Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Viaggi a tema - Viaggi in camper»Viaggio in Valle d’Aosta per Castelli e Fortezze
Castello di Fenìs

Viaggio in Valle d’Aosta per Castelli e Fortezze

Viaggio in Valle d’Aosta per Castelli e Fortezze è il percorso nella più piccola regione italiana che si trova in mezzo alle Alpi, circondata da quattro dei monti più alti di tutta Italia ed Europa (Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso) ed attraversata dalla Dora Baltea, importante affluente di sinistra del fiume Po.

I valichi più importanti sono il Colle del Piccolo San Bernardo e il Colle del Gran San Bernardo, cui corrisponde il traforo omonimo. La parte meridionale del territorio è occupata dal Parco Nazionale del Gran Paradiso (Parc National du Grand-Paradis), istituito nel 1922 per salvaguardare alcune specie di flora e fauna alpina in via d’estinzione come stambecchi, camosci, marmotte ed ermellini.Viaggio in Valle d’Aosta per Castelli e Fortezze

La conformazione dell’intero territorio regionale è frutto dell’opera delle glaciazioni, che scavarono la valle principale e quelle laterali. Ora i ghiacciai occupano solo le cime più elevate.

Il percorso che si può praticare in Camper comprende le mete più importanti della regione  che sono:

Pont-Saint Martin

Da Pont-Saint Martin, porta di accesso alla Vallèe, come viene chiamata dai residenti di lingua francese, si segue la S.S 26, che ripercorre in parte l’antichissimo asse viario romano, 32 mt proprio a Pont-Saint Martin.
Pont-Saint Martin, (Pon Sèn Marteun in patois valdostano – Pont San Martin in piemontese – Martinstäg in lingua walser), è un comune della Valle d Aosta. Dal 1929 al 1946 la località ebbe il nome italianizzato di Ponte San Martino.
La leggenda:
Secondo la leggenda, San Martino, di passaggio sulla via Francigena in pellegrinaggio, fece un patto con il diavolo. Questi si impegnò a costruire in una notte un ponte, in cambio dell anima del primo essere vivente che ci sarebbe passato. Il giorno dopo, San Martino liberò sul ponte un cagnolino, che venne ucciso brutalmente. In compenso, il diavolo lasciò in pace gli abitanti. Questa leggenda fa parte del ricco repertorio della valle del Lys, e rivive ogni anno nel carnevale storico.

Forte di Bard

Dopo 5 km il Forte di Bard  spoglio e squadrato, si erge imponente, primo castello (Fortezza) visibile della regione valdostana.
Molto interessante e ricco di storia il castello, visitabile, ed il piccolo borgo di Hone a pochi minuti di viaggio.
Il Forte di Bard (pron. omettendo la “d” finale; in francese Fort de Bard) è un complesso fortificato fatto edificare nel XIX secolo da Casa Savoia sulla rocca che sovrasta la cittadina di Bard, in Valle d Aosta.
Dopo un lungo periodo di inutilizzazione, il forte è stato totalmente restaurato e restituito alle visite nel gennaio 2006. Attualmente ospita esposizioni di pittura e di scultura lignea ed è sede del Museo delle Alpi, il polo museale delle Alpi occidentali. Nel cortile interno principale si svolgono nel periodo estivo rappresentazioni musicali e teatrali.

Area Sosta:

Area Sosta Raffòr nel comune di Hone AO

Issogne

Continuando altri 9 km si incontra il Castello di Issogne  famoso per la raffinata vita di corte che vi si svolgeva, l’edificio ricorda più un palazzo signorile che un maniero fortificato, artisticamente ricco di affreschi policromi e stucchi.
Il castello è visitabile con la guida che vi illustrerà anche i numerosi arredi dell’epoca, da ammirare la splendida fontana del melograno, uno dei più raffinati esempi di arte del ferro battuto in tutta Europa.
Il castello di Issogne è uno dei più famosi manieri valdostani. È situato al centro dell ‘abitato di Issogne, sulla destra idrografica della Dora Baltea, e appare come una dimora signorile rinascimentale, creando una sorta di contrasto con l austero Castello di Verrès che si trova quasi di fronte dal lato opposto del fiume.
Celebri sono il suo cortile interno, con la caratteristica fontana a forma di albero di melograno, e il coloratissimo porticato, raro esempio di pittura alpina medievale con il suo ciclo di affreschi di scene di vita quotidiana del tardo Medioevo.

Fènis

Proseguendo per 27 km si incontra il Castello di Fènis, splendido maniero fortificato inattaccabile per la doppia cinta muraria e un gran numero di torri difensive e di vedetta che lo circondano.
Interessante anche la visita guidata che vi accompagnerà tra affreschi e raffinati dipinti, splendido quello all’interno del piccolo cortile sulla facciata.
Il Castello di Fénis, situato nell omonimo comune, è uno dei più famosi manieri medievali della Valle d Aosta. Noto per la sua scenografica architettura, con la doppia cinta muraria merlata che racchiude l edificio centrale e le numerose torri, il castello è una delle maggiori attrazioni turistiche della Valle.
Diversamente da altri manieri della regione, quali Verrès e Ussel, costruiti in cima a promontori rocciosi per essere meglio difendibili, il castello di Fénis si trova in un punto del tutto privo di difese naturali. Questo porta a pensare che la sua funzione fosse soprattutto di prestigiosa sede amministrativa della famiglia Challant-Fénis e che anche la doppia cinta muraria servisse soprattutto in funzione ostentativa, per intimidire e stupire la popolazione.

Area Sosta:

CS + PS Fénis nel comune di Fénis AO

Aosta

L’itinerario ci porterà ad Aosta, ma prima di arrivarci, a solo 1 km si può ammirare, solo esternamente, il castello di Nus.
Proseguendo per 17 km eccoci arrivati all’ ultima, ma non certo l’ ultima delle tappe, la splendida citta di Aosta.
La città di Aosta si trova nel mezzo della Regione Autonoma Valle d Aosta, nella piana in cui scorre il fiume principale della regione: la Dora Baltea. Su Aosta dominano importanti montagne tra le quali la Becca di Nona, il Monte Emilius, Punta Chaligne e la Becca di Viou. La città è attraversata da Nord a Sud, all’altezza dell’ Arco d Augusto, dal fiume Buthier, uno dei numerosi affluenti della Dora Baltea. Considerando i capoluoghi di provincia, è il quarto più alto d Italia.

Area Sosta:

Area Sosta Camper Park nel comune di Aosta AO

Leave your comment

Your Name: (required)

E-Mail: (required)

Website: (not required)

Authorization code from image: (required)


Message: (required)

Send comment