Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Veneto»Padova»Abano Terme

Abano Terme

Abano Terme Piazza Fontana

.
Gioiello nel dolce e suggestivo paesaggio dei Colli Euganei, Abano Terme non è solo la stazione fangoterapica più importante d’Europa, ma è anche la più antica. Nelle sorgenti termali, chiamate un tempo Aquae Patavinie e la sorgente Montirone, le acque scaturiscono alla temperatura di 87° C, tra il ribollire del fango. In epoca romana, era chiamata Aponus, nome che deriva dall’aggettivo greco “àponos” che significa “che toglie il dolore”, confermando già nell’antichità la notevole fama delle virtù curative delle sue acque e dei suoi fanghi. Entrando oggi nella cittadina di Abano si è immediatamente colpiti dall’atmosfera di classico equilibrio di valori naturali e conquiste della civiltà umana. Edifici, viali alberati, parchi, piscine, alberghi, i Colli sullo sfondo: tutto concorre a creare una sinfonia di rara bellezza, in un ambiente cosmopolita che riesce tuttavia ad infondere un calore quasi familiare.
Abano deve il suo secolare e indiscutibile successo all’efficacia delle cure che vi si praticano, tra le quali la principale è quella dei fanghi. L’acqua termale proviene dalle Piccole Dolomiti, al confine tra la provincia di Vicenza e quella di Trento, penetra nel sottosuolo fino a 3000 metri di profondità e risale qui in superfìcie riscaldata fino ad una temperatura di 87° C, percorrendo un viaggio nel sottosuolo che dura mezzo secolo. In questo percorso sotterraneo, l’acqua si arricchisce di sostanze chimiche, di una debole radioattività e di una temperatura che concorre a innescare quel complesso processo chimico e biologico che è chiamato “maturazione” del fango.
Una caratteristica distintiva del complesso turistico termale aponense ed euganeo risiede nel fatto che ogni albergo possiede una propria sorgente termale ed è anche attrezzato con impianti di maturazione e rigenerazione del fango.

Fonte: Regione del Veneto, Assessorato al Turismo.

Share Button