Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Trentino Alto Adige»Bolzano»Val Badia

Val Badia

Val Badia

La Val Badia è una delle più belle e suggestive valli dell’Alto Adige, popolata prevalentemente da ladini, la popolazione che sin dalle sue origini vive in questa valle e parla correntemente la lingua ladina. Il territorio si sviluppa dal paese di San Lorenzo di Sebato e termina a monte al passo Gardena. La Valle si estende per 35 km tra i possenti colossi dolomitici del Piz Boè e del Sasso della Croce. Territorio anche ricco di storia, ideale per gli amanti della cultura, che permette di conoscere la storia del popolo ladino. Un consiglio una visita al Museo “Ciastel de Tor” a San Martino in Badia dedicato alla cultura ladina per ripercorrere le tracce di questo popolo, dalle origini ai giorni nostri.

Il modo più comodo per arrivare in Val Badia è uscire dall’autostrada A22 al casello di Chiusa/Val Gardena (50 km dall’Alta Badia) e continuare quindi su strada SS242 della Val Gardena e Passo Gardena (2120 m) oppure uscire al casello autostradale di Bressanone/Varna (70 km dall’Alta Badia) e continuare quindi su strada SS49 della Val Pusteria fino a S.Lorenzo e strada SS244 della Val Badia.

Corvara è la località più rinomata della Val Badia. Adagiata in un’ampia conca ai piedi del “Sassongher”, a 1.568 Mt. di altitudine,  rappresenta la “culla” turistica dell’ALTA BADIA. Meta ambita e ricercata del turismo sia invernale che estivo offre un’ampia gamma di esercizi ricettivi e strutture turistiche in grado di soddisfare tutte le piú svariate esigenze. Corvara, paese d’antica tradizione turistico – alberghiera, offre una vasta gamma di alloggi: accoglienti ambienti familiari, agriturismo fino ad hotel di prestigio. Tra i punti forti dell’offerta turistica contano sicuramente la curata gastronomia e la cultura del benessere con centri estetici all’avanguardia. Pasticcerie, locali per il dopocena e negozi alla moda offrono divertimento e varietà senza alterare la quiete e la piacevolezza del piccolo paese alpino.

Del comune di Corvara fa parte anche il paese di Colfosco. Questa località, situata a 1.645 mt. di altitudine, è collocata ai piedi del massiccio del Sella (Grup dl Sela) e del monte Sassongher e contornato da boschi e dolci pendii. Da Colfosco si possono inoltre raggiungere in poche ore di cammino mete suggestive come il parco naturale Puez – Odle (su sentieri facili, ben segnalati e ottimamente preparati) o il Gruppo del Sella (Grup dl Sela) con la famosa Val Mezdì (Val de Misdé) ed il Pisciadù (adatti agli escursionisti più esperti).

Badia (1.315 mt. di altitudine) è situata su una collina presso il Massiccio Santa Croce in un paesaggio naturale senza eguali. Fa parte del comune di Badia l’abitato di la Villa.  Sempre del comune di Badia fa parte anche il paese di San Cassiano. Il piccolo paese di San Cassiano si trova ai piedi delle maestose pareti delle Conturines, del La Varella, del Settsass e del Lagazoi, è inoltre collocato sul confine dell`incantevole zona “dell’Armentarola”.

La Val (1.348 mt. di altitudine), tranquillo paese di tradizione prevalentemente agricolo – artigiana, si è aperto da qualche anno al turismo ambientale. Situato tra le aree sciistiche Plan de Corones e Alta Badia, La Val offre piccole pensioni, garni, agriturismi e strutture di livello superiore che offrono prezzi vantaggiosi.

L’ALTA VAL BADIA IN INVERNO

L’alta Badia, uno dei comprensori sciistici più rinomati in Italia, e’ costituita da localita’ quali Corvara, Colfosco, San Cassiano, La Villa.
Sono oltre 130 km di piste, servite da più di 50 impianti di risalita; le discese sono di ogni tipo e dedicate a sciatori di tutti i livelli.
Infatti, l’Alta Badia è sede fissa, ogni anno, di uno slalom gigante di Coppa del Mondo, sulla famosa Gran Risa di La Villa che, insieme a quella di Adelboden, è considerata la miglior pista al mondo per questa specialità. Corvara e Colfosco, invece, sono anche due dei punti di partenza del Sellaronda, il famoso giro dei quattro passi.

Share Button