Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Toscana»Pistoia»Sambuca Pistoiese

Sambuca Pistoiese

Sambuca Pistoiese

Posto al confine tra la Toscana e l’Emilia, il Comune di Sambuca costituisce il punto d’incontro tra due territori che convivono affiancati con la loro cultura e le loro tradizioni su questa parte della montagna pistoiese.
Le alte valli dei due torrenti Limentra e del torrente Limentrella, sono state in passato zone di grande rilievo, con i loro intrecci di strade, come la via Francesca della Sambuca, che collegavano la Toscana centro-occidentale alla valle del Reno e quindi alle città della via Emilia e alla pianura Padana.
Su queste antiche vie di comunicazione sorsero nel medioevo chiese, monasteri, ospizi dei quali oggi rimane memoria sui documenti e visibili testimonianze sul territorio. Percorrere i sentieri di questa parte della nostra montagna vuol dire andare alia scoperta di un illustre passato ed immergersi in un paesaggio di rara bellezza.

Il castello della Sambuca, eretto a partire dalla metà dell’ XI secolo come postazione di controllo, ebbe un ruolo strategico nelle secolari contese tra Bologna e Pistoia, alla quale fu annesso definitivamente solo nel 1775.
Il paese è rimasto quello di due secoli fa, con le sue case allineate sopra gli orti terrazzati che guardano mezzogiorno, la piccola piazza che porta alla chiesa e, in alto i resti dell’antica rocca. La massiccia torre mozzata e la memoria evidente del carattere militare del castello, mentre resti delle antiche mura si trovano inglobate nella canonica e nella chiesa di san Giacomo Maggiore, patrono di Pistoia con il nome di san Jacopo. Camminando in questo antico borgo il visitatore si immerge in uno spazio affascinante e si riappropria di suoni e di rumori quasi dimenticati come l’acqua che scorre dalla fontana pubblica, le chiacchiere di chi cammina o sosta nelle strette vie e nei piccoli spiazzi, o il vento che fa agitare gli alberi delle foreste d’intorno.

Un’altra roccaforte importante del sistema difensivo in questa parte della montagna era il castello di Torri, documentato fin dall’XI secolo e del quale rimangono visibili alcune tracce.
In questo suggestivo borgo montano, caratterizzato da strette vie lastricate in pietra, sorge su un rilievo naturale la chiesa di santa Maria Assunta, di origine medievale, che oggi si presenta nella sua veste sei-settecentesca.
Ed è in estate che la vita del paese si anima con manifestazioni culturali e folkloristiche che uniscono in una festa comune gli abitanti e gli ospiti.

Fonte: APT Agenzia per il Turismo 
Abetone – Pistoia – Montagna Pistoiese

Share Button