Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Toscana»Arezzo

Arezzo

Arezzo

Arezzo è un’antichissima città toscana di origine etrusca che mantenne anche in epoca romana una posizione di preminenza tra le città italiche. Nel corso dei secoli Arezzo ha dato i natali a molti personaggi illustri tra cui Petrarca e Michelangelo (nato per la precisione a Caprese, in provincia di Arezzo). Ad Arezzo è anche nato Guido Monaco, inventore delle note musicali moderne.
Oggi è una città molto attiva ma al tempo stesso vivibile ed offre al visitatore numerose opportunità tra cui la famosa Giostra del Saracino.

Al di là del periodo etrusco e romano, Arezzo fu in epoca medievale una delle prime città a darsi un governo popolare e nel XIII e XIV secolo, sotto la guida dei suoi vescovi guerrieri, fu una potente repubblica alla quale fecero capo i Ghibellini. Per questo motivo vi furono aspri scontri con la guelfa Firenze per ottenere il primato sulla Toscana; le lotte durarno fino al 1384 anno di incorporazione del territorio di Arezzo all’interno della Repubblica Fiorentina.

Tra i monumenti ed i luoghi di maggiore interesse possiamo indicare il Duomo del XIII secolo in stile gotico, la Chiesa di San Francesco del XIII e XIV secolo con la sua unica navata e quella di San Domenico del XIII secolo con la sua facciata asimmetrica, Santa Maria della Pieve (secolo XII) che costituisce uno dei più importanti esempi di architettura romanica e Piazza Grande dove si tiene la famosa Giostra del Saracino. Di origine romana è l’anfiteatro.

A pochi passi dalla città è da visitare anche Ponte a Buriano, il ponte millenario che attraversa l’Arno la cui struttura è la stessa risale a qualche anno prima del 1000 quando ne sostituì una ancora più antica. Da recenti studi sembra che questo sia il ponte inserito come sfondo nella Gioconda di Leonardo Da Vinci.

Se avete la possibilità di visitare Arezzo tra la fine di agosto ed i primi di settembre di ogni anno, avrete la possibilità di assistere ad una delle manifestazioni di maggior notorietà che si svolgono in Toscana: la Giostra del Saracino. Si svolge in Piazza Grande, nello sfondo del prevalente volto medievale del centro storico, dove gli aretini si radunarono a parteggiare fra i “cavalieri che corrono la lancia”.
Per chi non dovesse avere l’opportunità di partecipare a questa rievocazione storica di indubbio fascino, c’è sempre la possibilità di un tuffo nel passato(più recente) della Fiera antiquaria. Manifestazione che si ripete ogni primo fine settimana di ogni mese, con alcune centinaia di stendisti da tutta Italia e visitatori che si riversano infaticabili per le irte strade dell’antico centro cittadino.

Gran parte del centro cittadino è chiuso al traffico privato, con esclusione per l’accesso agli alberghi da parte dei turisti. Ma il muoversi nella città a piedi non è soltanto un imposizione amministrativa: è una scelta di vivere quelle sensazioni che solo così si possono rubare e percepire dai selciati delle strade, dai portali dei palazzi, dall’incombenza di quegli edifici sorgono su per quei vicoli cosi stretti e scoscesi.

La cucina aretina è quella tipica rustica toscana a base di arrosti allo spiedo e alla griglia. Fra le particolarità la zuppa di pollo, l’anguilla all’aretina, il pollo grillettato, il sedano fritto ed i carciofi ripieni; tutte queste specialità vengono proposte nei numerosi ristoranti e trattorie della città.
Arezzo vanta anche di 18 bellissimi hotel, alcuni nel centro, altri nella campagna circostante.

Share Button