Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»

mostra

Sculture da ridere in mostra a Montevarchi

Oltre 170 opere tra terrecotte, bronzi, gessi, disegni e dipinti, svelano per la prima volta un secolo di caricature e satira nella scultura italiana. E’ questa la mostra Sculture da ridere.  Da Adriano Cecioni a Quinto Ghermandi.

Tra Ottocento e Novecento, un secolo di caricatura e satira nella scultura italiana che si svolgerà dal 10 marzo al 19 maggio 2013 nello spazio mostre temporanee Ernesto Galeffi del Museo Civico Il Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento a Montevarchi (Ar).

l tema della caricatura è stato spesso indagato soprattutto nell’ambito della pittura e della grafica. L’attenzione per questo genere nel campo della scultura si è sempre limitata alle citazioni delle opere di H. Daumier, che ai primi dell’Ottocento ritraeva i politici francesi dell’epoca, e delle straordinarie e rarissime terrecotte prodotte nella seconda metà del XIX secolo dal macchiaiolo Adriano Cecioni suggerendo, di fatto, l’idea che gli scultori non fossero interessati alla caricatura. Idea che è assolutamente non corrispondente alla verità storica. Read more

Elliott Erwitt in retrospettiva a Torino

La commedia umana di Elliott Erwitt in 136 fotografie in bianco e nero, una significativa selezione degli scatti che hanno consacrato il maestro: dal 17 aprile al 1° settembre il Palazzo Madama di Torino ospita una delle più ricche retrospettive dedicate all’artista, organizzata dalla casa editrice d’arte Silvana Editoriale (che pubblica il catalogo) insieme all’agenzia Magnum Photos, con la collaborazione del Comune e della Fondazione Torino Musei.

Il percorso espositivo, allestito nella Corte Medievale, si sviluppa in tre sezioni tematiche, a coprire il vasto repertorio iconografico del fotografo: bambini, animali domestici, personaggi famosi, scorci di città, interni di musei, oltre alle immagini pubblicitarie.
Si possono ammirare, ad esempio, alcuni dei celebri scatti dedicati ai cani o appartenenti alla serie Museum Watchers.

L’avventura del fumetto italiano in mostra a Roma

Sono Dylan Dog, Martin Mystère e Tex i “divi” della mostra “L’Audace Bonelli. L’avventura del fumetto italiano”,che apre a Roma dal 20 aprile al 9 giugno a Palazzo Incontro. I protagonisti indiscussi della Sergio Bonelli Editore, famosa casa editrice di fumetti milanese nata con Gianluigi Bonelli con l’acquisto delle edizioni Audace, proseguita con il lavoro della moglie Tea nel dopoguerra e continuata con il figlio Sergio, sono quindi al centro di una collettiva che espone opere di più di 50 disegnatori.

L’esposizione promossa dalla Provincia di Roma nell’ambito del Progetto Abc Arte Bellezza Cultura e organizzata da Napoli Comicon e Civita, offre un quadro completo e aggiornato sulla produzione storica e attuale della casa editrice e ospita al suo interno, oltre agli ultimi personaggi sfornati dalla Sergio Bonelli Editore, anche una retrospettiva completa su Alfredo Castelli, sceneggiatore di punta e inventore dello storico personaggio di Martin Mystère oltre a un’anteprima sulle nuove serie in uscita per l’editore milanese. Read more

Doppio ritratto del Giorgione - 1502 circa

A Padova Pietro Bembo e l'invenzione del Rinascimento

Il Palazzo del Monte di Pietà di Padova ospita, dal 2 febbraio al 19 maggio 2013, “Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento”, la grande mostra, a cura di Guido Beltramini, in collaborazione con Davide Gasparotto e Adolfo Tura, che riporta nella città, dopo cinque secoli, la collezione d’arte che il grande umanista aveva incrementato nella sua casa. L’esposizione, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, insieme al Centro Internazionale Andrea Palladio, con la collaborazione e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, vanta un comitato scientifico presieduto da Howard Burns, con Giovanni Agosti, Lina Bolzoni, David Alan Brown, Matteo Ceriana, Marco Collareta, Massimo Danzi, Caroline Elam, David Freedberg, Fabrizio Magani, Arnold Nesselrath, Alessandro Nova, Pier Nicola Pagliara, Vittoria Romani, Claudio Vela. Read more

Roma Caput Mundi

Apre a Roma, al Colosseo e al Foro Romano, dal 3 ottobre al 10 marzo 2012, “Roma Caput Mundi”, la mostra che presenta i fasti e le gesta della Città Eterna e del suo impero raccontati attraverso un centinaio di reperti archeologici di diverse tipologie. Dalla scultura, alla pittura, per proseguire con i mosaici, la numismatica, reperti di ogni genere affiancati dai film più famosi nella storia del cinema, che rievocano la quotidianità dell’impero romano o semplicemente ispirati a Roma città, come: Ben Hur, Spartacus e Quo vadis?, fino a Il Gladiatore e al recente I gladiatori di Roma, di Iginio Straffi, dal 18 ottobre nelle sale cinematografiche. Location d’eccellenza l’Anfiteatro Flavio, più noto come Colosseo, monumento simbolo, assieme al Foro Romano, delle gesta imperiali. Read more

Murrina, una tradizione lunga duemila anni

Il Museo Archeologico Nazionale di Altino e il Museo del Vetro di Murano (Venezia) ospitano, dal 17 giugno al 6 gennaio 2013, “Vetro Murrino da Altino a Murano”, una grande mostra, a cura di Rosa Barovier Mentasti, Chiara Squarcina, Margherita Tirelli, con Rosa Chiesa, Francesca Elisa Maritan e Francesca Pederoda, che descrive una tradizione lunga circa duemila anni. Posta sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, la mostra è promossa dal comitato Altino Vetri di Laguna, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia – Museo del Vetro di Murano e la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto – Museo Archeologico Nazionale di Altino, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Venezia, del Comune di Quarto d’Altino, di Promovetro, del Comitato Nazionale Italiano dell’Association Internationale pour l’Histoire du Verre e del Corning Museum of Glass, con il sostegno di UniCredit, Stevanato Group. Read more

Alla Reggia di Caserta, in mostra Antonio Joli

Gli Appartamenti Storici della Reggia di Caserta ospitano, dal 14 giugno al 14 ottobre 2012, la mostra “Antonio Joli tra Napoli, Roma e Madrid. Le vedute, le rovine, i capricci, le scenografie teatrali”, dedicata all’attività artistica del pittore modenese. Il percorso espositivo è organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Caserta e Benevento, in collaborazione con Civita. Apre il percorso espositivo, allestito nella Sala delle Guardie del Corpo e nelle retrostanze, una Veduta di Gaspar Van Wittel, padre di Luigi Vanvitelli, architetto della Reggia, che in una lettera al fratello Urbano rileva le affinità fra le vedute dipinte dal padre e quelle dello Joli. L’opera del Vavitelli è affiancata da due tele dell’artista modenese che descrivono la Partenza di re Carlo per la Spagna. Read more