Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Sicilia»Agrigento

Agrigento

Agrigento

Fondata nel 581 a.C. dai coloni Rodii e Cretesi della vicina Gela, Akragas divenne in breve tempo una delle più importanti città della Magna Grecia.

Oggi Agrigento si estende su una superficie di 245 Kmq a 230 metri dal livello del mare e conta 55.424 abitanti.ll centro storico di Agrigento è formato da tante viuzze e cortili che somigliano molto a quelli che si possono ammirare nelle città del nord Africa

A San Gerlando, patrono della Città dei Templi è dedicato il duomo di Agrigento, i primi lavori per la realizzazione della Cattedrale cominciarono prima dell’anno 1100 per volontà del vescovo Gerlando e terminarono circa 200 anni dopo.

Ad Agrigento nacque Pirandello, il 28 giugno del 1867. La “casa romita” e il “pino solitario” divennero i luoghi mitici della sua fantasia, la casa dove nacque sorge a 4 chilometri dal centro storico.

Ma quando si parla di Agrigento si pensa subito alla famosissima Valle dei Templi.

Lungo la Via Sacra, si erge il tempio della Concordia, il cui nome richiama una iscrizione latina che faceva riferimento alla “Concordia degli Agrigentini”.
Posto nella parte più alta dell’antica città greca, poi, il tempio di Giunone che venne costruito intorno alla metà del V secolo a.C.
Il tempio di Giove: invece, secondo Diodoro Siculo  fu iniziato dopo la battaglia di Imera, intorno al 480 a.C. ma non fu mai portata a termine. Esso sarebbe stato il tempio più grande mai costruito dai greci.
Del Tempio di Vulcano, risalente al V secolo a.C. rimane ben poco.
Infine, il più antico tra i templi agrigentini è il Tempio di Ercole. Risalente presumibilmente al VI secolo a. C. di esso parla Cicerone descrivendolo come molto vicino all’agorà.
Il tempio dei Dioscuri è divenuto il simbolo turistico di Agrigento. Gli agrigentini sono soliti chiamarlo “le tre colonne” anche se ne possiede quattro.
ll Tempio di Esculapio venne costruito ben fuori dalle antiche mura della città. Esso era luogo di pellegrinaggio dei numerosi malati che si recavano nel tempio per chiedere di essere guariti.
In prossimità della Porta Aurea, si erge una costruzione che oggi viene indicata come la Tomba di Terone, il tiranno che governò Akragas dal 488 a.C. al 472 a.C.

Il museo archeologico di Agrigento fu inaugurato nel giugno del 1967 ed è oggi uno dei siti più visitati dai turisti che invadono la Valle dei Templi in tutti i mesi dell’anno.

La cucina di Agrigento è ricca e varia dal pesce spada arrosto alle braciole di maiale; dalla pasta con le sarde e alla pasta con la ricotta, dal fritto misto di pesce, al particolarissimo fritto misto di legumi; tutto questo si può anche gustare nei vari hotel della città.

Share Button