Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Piemonte»Cuneo»Grinzane Cavour

Grinzane Cavour

Grinzane Cavour

.

Quando si parla di Grinzane subito si pensa al maniero di Grinzane Cavour, la cui torre centrale (a base quadrata) a metà XII secolo già costituiva l’elemento saliente di un fortilizio forse della famiglia signorile de Grinzaneis.
Nel ‘300 verosimilmente è il marchese Manfredo di Busca che lo fece ristrutturare, ampliandolo e dotandolo di aggiornati sistemi difensivi.
A seguito di rispettive acquisizioni e di lavori di riadattamento, nel Cinquecento vi coabitano le famiglie patrizie Belli e Calderari, con relative residenze nelle contrapposte dimore interne.

Nel 1696 vi morì il Vescovo di Alba Mons. Gerolamo libertino Provana.
Dalle sale del castello (fra cui spicca nel “salone delle maschere” il cinquecentesco soffitto a cassettoni con ben 157 tavolette dipinte, fatte eseguire dal nobile Pierino Belli), a saperlo ascoltare, in certi pomeriggi di primavera si ode il fruscio della brezza dalla valle del Talloria tra le foglioline appena spuntate della vite.
Si scoprirà così un mondo di silenzio e di verde, tanto caro anche a Camillo Benso conte di Cavour che soggiornò a lungo nell’antica dimora, diventando pure sindaco di Grinzane.

La storia ci insegna che, oltre alle fondamentali imprese risorgimentali, a lui vanno i meriti di alcuni esperimenti davvero innovativi nel settore agricolo: fece piantare nella sua vasta tenuta la barbabietola da zucchero e  attuò nuove tecniche di vinificazione.

Oggi nel castello hanno sede l’Enoteca Regionale Piemontese ed interessanti raccolte etnografiche. Annualmente vi si svolge la premiazione ufficiale del noto concorso internazionale di letteratura.
Poco più in basso, il borgo è caratterizzato dalla chiesa parrocchiale della Madonna del Carmine, ricostruita tra il 1852 ed il 1890.

Fonte: Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero

Share Button