Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Macerata»Poggio San Vicino

Poggio San Vicino

Poggio San Vicino

.
Poggio San Vicino deve le sue origini ai Romani, che costituirono ai piedi del monte Sitria un avamposto fortificato che prese il nome di Podium Ficanum; nel corso degli anni la denominazione del luogo si trasformò in Ficano. Nei primi secoli dopo l’anno Mille fece parte dei possedimenti dell’Abbazia di Val di Castro, per passare in un secondo momento al Distretto di Apiro. Dal 1346 il luogo fu sottopo­sto al controllo degli Smeduc­ci, Signori di San Severino. Diventò possesso dello Stato Pontificio e, una volta riunificato allo Stato italiano, fece parte del Comune di Apiro dal 1929 al 1948, per ritornare poi all’autonomia amministrativa.

DA VISITARE

Merita una visita la Torre medievale dell’antico castello,recentemente restaurata e si­tuata sul punto più alto di Poggio. La Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, costruita tra il 1876 e il 1888, ha una facciata a capanna in laterizio, mentre le fiancate sono in brecciato rosa; all’in­terno si conservano un bellis­simo Crocifisso ligneo di arte fiorentina del sec. XVI, una tela con la Madonna in trono tra Santi ed un dipinto murale raffigurante la Vergine. Nella sacrestia sono custodite tele dei secoli XVII e XVIII insieme a numerosi arredi sacri. Interessante anche la Chiesa dei Santi Giovanni Evan­gelista e Battista, il cui ester­no è arricchito da un piccolo campanile, mentre l’interno presenta significativi affreschi di scuola sanseverinate, che la tradizione locale attribuisce a Bernardino di Mariotto. Da vedere, inoltre, le Chiese rura­li di San Rocco in frazione Palazzo, di Santa Maria delle Nevi in frazione Serronchia e della Madonna del Carmine in frazione Cordivino.

DA GUSTARE

Tra i prodotti della cucina tra­dizionale si segnalano: il miele, la pasta fatta a mano, il vino, il formaggio pecorino, i funghi, il tartufo nero, gli insaccati, tra cui il ciauscolo, l’eccellente olio extravergine d’oliva, i dolci (la ciambella, il serpe pasquale, i cavallucci).

DA PRATICARE

Sono presenti un campo da tennis, un campo da calcio, un bocciodromo all’aperto e una scuola per il volo con para-pendio.

DA SCOPRIRE

L’abitato di Poggio, situato sul crinale di alcune colline che circondano il monte San Vicino, fa parte del compren­sorio della Comunità Montana del San Vicino, caratterizzato da interessanti bellezze na­turalistiche e paesaggistiche. Da visitare l’area verde attrezzata del giardino pubblico “La Torre“. La località è punto di partenza per suggestive escur­sioni naturalistiche da com­piere a piedi, a cavallo o in mountain-bike, attraverso i numerosi sentieri del territo­rio. Da segnalare quello che consente di arrivare alla splen­dida Abbazia di Val di Castro. monastero fondato nel 1006 da San Romualdo e quelli che conducono al lago di Cingoli, all’Abbazia di Sant’ Urbana ed a Pian dell’Elmo.

DA NON PERDERE

Festa della Patrona Santa Caterina da Siena (aprile): Motoraduno interregionale (tra maggio e giugno); Festa della Birra (agosto); Gare di parapendio (maggio – agosto): Festa della Madonna del Rosario (ottobre).(tra maggio e giugno); Festa della Birra (agosto); Gare di parapendio (maggio – agosto): Festa della Madonna del Rosario (ottobre).

Share Button