Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Macerata»Monte Cavallo

Monte Cavallo

Monte Cavallo

.
Il Comune di Monte Cavallo è situato all’imbocco di una gola racchiusa tra pareti roc­ciose. Nel Medioevo faceva parte del feudo dei conti Ba­schi, una famiglia ghibellina di Orvieto. Successivamente passò ai Da Varano di Came­rino e poi allo Stato Pon­tificio.

DA VISITARE

La Chiesa di San Benedetto, in località Valle, conserva parti della struttura benedetti­na originaria. La Chiesa di San Niccolò, in località Val­cadara, ha affreschi riprodu­centi l’Annunciazione, la Crocifissione e la Resur­rezione attribuiti a Paolo da Visso. La Chiesa di Cerreto custodisce una Crocifissione ed una Madonna di Andrea De Magistris. Merita una visita anche la Chiesa di Santa Maria Assunta che conserva una Croce in rame dorato del sec. XVI ed alcuni dipinti.

PER SAPERNE DI PIÙ

Per le vie del borgo è facile incontrare anziani disposti a raccontare storie fantastiche dove si mescolano sacro e profano e antiche leggende.

DA GUSTARE

Tra i prodotti tipici tradizio­nali si segnalano: i funghi, il tartufo nero, il ciauscolo, i formaggi, il miele, le lenticchie e le patate.

DA PRATICARE

Sono presenti un campo da calcetto e piste ciclabili per mountain-bike.

DA SCOPRIRE

Il territorio di Monte Cavallo si trova nella Comunità Montana di Camerino ed è compreso nella Riserva Na­turale Montagna di Tor-ticchio, istituita nel 1977. La riserva ha una estensione di 371 ettari e fin dalla sua isti­tuzione è stata inserita nel Sistema Nazionale delle Oasi WWF.

Si tratta di un’area molto interessante dal punto di vista naturalistico e faunistico: le zone boschive sono caratte­rizzate dal faggio, dalla rove­rella, dal leccio e dal tarpino nero; la fauna dal gatto selva­tico, dalla volpe, dal tasso, dalla faina, dalla donnola, dallo scoiattolo e dalla lepre, mentre l’avifauna dalla star­na e dalla coturnice. È punto di partenza per bellissimi percorsi naturalistici da com­piere a piedi, a cavallo o in mountain-bike. In particolari periodi dell’anno si può andare alla ricerca dei nume­rosi frutti del bosco e del sot­tobosco (funghi, tartufi, ca­stagne, fragole, mirtilli, ecc.).

DA NON PERDERE

Sagra del Castrato e dei pro­dotti della Montagna (luglio);Feste triennali in onore della Madonna della valle(agosto).

Share Button