Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Macerata»Caldarola

Caldarola

Caldarola

.
Caldarola è appartenuta fin dal sec. IX all’abbazia di S. Cle­mente in Casauria; nel 1240 fu aggregata a Camerino. Dopo alterne e lunghe vicende belli­che, nel 1545 rientrò definiti­vamente nello Stato della Chiesa. Nell’anno 1799 il do­minio pontificio fu abbattuto dalla rivoluzione francese. Terminata la parentesi napo­leonica, il paese ritornò allo Stato Pontificio fino al 1861, quando la terra marchigiana venne annessa al Regno d’Italia.

DA VISITARE

È un centro di notevole inte­resse storico-artistico, rinoma­to per la presenza nei dintorni di suggestive e consistenti tracce di un lontano passato. L’elemento peculiare della località è il Castello dei Conti Pallotta che domina l’abitato dall’alto del Colle del Cuculo. Il Palazzo del Cardinale Evangelista Pallotta (sec. XVI), oggi Municipio, conser­va al suo interno la bella Stanza del Paradiso ricca di affreschi ed è sede del Museo Civico Pinacoteca. Nei sotter­ranei del palazzo si possono inoltre visitare il Museo del­l’Esoterismo e il Museo della Resistenza. Il Castello di Ve­stignano (sec. IX-X) custo­disce all’interno opere del De Magistris e di Nobile da Luc­ca. Il Santuario di Maria SS. del Monte, della metà del sec. rappresentante la Madonna con Bambino tra Santi e com­mittenti. Il notevole Teatro co­munale risale al 1830. Merita una deviazione anche il Ca­stello medievale di Pieve­favera.

PER SAPERNE DI PIÙ

Caldarola deve il suo nome, con molta probabilità, al ter­mine latino Calidarium con il quale si indicava la stanza con la vasca di acqua calda nelle terme; la zona, infatti, sarebbe stata ricca di acque sulfuree.

DA GUSTARE

Tra i prodotti tipici si segnala­no: olio extravergine d’oliva “Coroncina”, vino cotto, salu­mi tradizionali (ciauscolo, coppa, salsicce, prosciutti), formaggi, pasticceria secca con biscotti all’anice, pizze natalizie e pasquali, ciambelle, miele, tartufi, pasta.

DA PRATICARE

Sono presenti i seguenti im­pianti sportivi: campo da ten­nis, campo da bocce, campo polivalente e campo sportivo comunale.

DA SCOPRIRE

Caldarola appartiene al com­prensorio della Comunità Montana dei Monti Azzurri.

All’interno della cerchia mu­raria si trova un parco con alberi secolari, tra cui il pino piantato in occasione della visita di Clemente VIII.

In breve si può raggiungere il lago di Caccamo (km 2,8), caratteristica zona a ridosso dei Monti Sibillini, dove si può fare il bagno o andare in canoa. Numerosi sono i per­corsi storico-naturalistici da effettuare nell’incantevole ter­ritorio della Comunità Mon­tana dei Monti Azzurri, come il giro dei castelli di Vesti­gnano, Pievefavera, Croce di Pievefavera, Valcimarra.

DA NON PERDERE

Via Crucis (Venerdì Santo); Festa Calendimaggio (mag­gio); Giro cicloturistico “Gran Fondo dei Sibillini” (luglio); Giostra de “Le Ca-(mag­gio); Giro cicloturistico “Gran Fondo dei Sibillini” (luglio); Giostra de “Le Ca-stella” rievocazione storica (prima settimana di agosto); Presepe vivente (26 e 29 di­cembre).

Share Button