Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Ascoli Piceno»Montappone

Montappone

Montappone

.
Il paese fin dal Medioevo fu sottoposto al dominio della famiglia Nobili-Brunforte. Nel XIV secolo, dopo una lunga serie di assedi e batta­glie, il Castello venne distrut­to da Gentile da Mogliano, ma fu ricostruito dagli abitan­ti nel 1371. Successivamente Montappone restò legato alle vicende storico-politiche di Fermo fino all’avvento del Regno d’Italia.

DA VISITARE L’Oratorio del SS. Sacra­mento (sec. XIV), con porta­le romanico in cotto, conser­va affreschi del `500, tra cui una Madonna con Bambino ed i Santi Giovanni Battista e Giorgio attribuita a Vincenzo Pagani. La Chiesa di Santa Maria in Castello, risalente al sec. XVII, custodisce una pregevole Madonna con Bambino del Pomarancio. La Chiesa parrocchiale di Santa Maria e San Giorgio è nata sui resti di un precedente edi­ficio romanico e conserva un importante reliquiario del secolo XV. Da non perdere il curioso Museo del Cappello.

PER SAPERNE DI PIÙ

Il Comune di Montappone è famoso per la produzione e la lavorazione dei cappelli, atti­vità artigianale risalente al XVI secolo. Esiste oggi una fiorente produzione industria­le in grado di esportare cap­pelli in tutto il mondo.

DA GUSTARE

Tra i prodotti tipici locali si segnalano: gli insaccati ed i salumi tradizionali, tra cui il ciauscolo; la pasta fresca fatta a mano (tagliatelle e vincisgrassi); i dolci (calcio­ni farciti, pizze natalizie e pasquali).

DA PRATICARE

Sono presenti i seguenti impianti sportivi: un campo da calcio, un campo da tennis, due campi da bocce ed un campo da calcetto.

DA SCOPRIRE

Il borgo di Montappone è situato su di una collina da cui si può godere uno splendi­do panorama che spazia dai monti Sibillini al mare A­driatico. Si possono compiere percorsi naturalistici, a piedi o in mountain-bike, lungo i sentieri che costeggiano i tor­renti Ete Vivo ed Ete Morto.

DA NON PERDERE

Festa della Befana (6 gen­naio); Festa di Sant’Antonio (gennaio); Festa del Patrono San Giorgio e Sagra de “Li Caciù co’ la Fava” (23 apri­le); Festa della Pinturetta (prima domenica di luglio); Festa del cappello con rievo­cazione storica della lavora­zione della paglia di grano (prima domenica di agosto); Festa della Madonna di Ca­gliano (13-15 agosto): Festa di San Martino (novembre).e Sagra de “Li Caciù co’ la Fava” (23 apri­le); Festa della Pinturetta (prima domenica di luglio); Festa del cappello con rievo­cazione storica della lavora­zione della paglia di grano (prima domenica di agosto); Festa della Madonna di Ca­gliano (13-15 agosto): Festa di San Martino (novembre).

Share Button