Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Ascoli Piceno»Francavilla D'Ete

Francavilla D'Ete

Francavilla D’Ete

.
Le prime notizie su Francavilla d’Ete risalgono al 1157,quando era un Castello di pro­prietà del Vescovo di Fermo.

Nel 1385 venne riscattato dal comune di Fermo dopo la con­quista da parte del capitano di ventura Averardo  della Campana. La storia successiva del paese fu sempre legata a quella della città di Fermo.

DA VISITARE Nel centro storico sono visibi­li i resti delle mura medievali con i sei Torrioni e le due Porte d’accesso. Fuori dalle mura si può vedere la Chiesa di San Rocco di Montpellier, che conserva due importanti affreschi del secolo XVI: la Natività e la Crocifissione attribuiti a Vincenzo Pagani. Nei pressi del parco comunale è ubicata la Chiesa parroc­chiale dei Santi Pietro e Paolo, che è stata progettata nel secolo XIX da Giuseppe Sacconi e custodisce due croci lignee di arte orientale del XVII secolo. Fuori dal centro abitato si trova la bellissima Chiesa rurale della Madon­netta, in cui si conserva un affresco del Cinquecento raffi­gurante una Madonna con Bambino e Santi di scuola locale.

DA GUSTARE

La cucina è rimasta immutata nel tempo; tra i prodotti del­I’enogastronomia si segnalano l’olio extravergine d’oliva, il vino cotto, la pasta fresca fatta a mano e i dolci (frustingo). Da assaporare le squisite pap­pardelle al sugo di lepre e i vincisgrassi.

DA PRATICARE

Sono presenti i seguenti im­pianti sportivi: un campo da bocce, un campo sportivo ed un centro polivalente.

DA SCOPRIRE

Francavilla d’Ete è un borgo medievale posto sopra una collina che domina la vallata del torrente Ete Morto. All’in­terno del paese è presente l’a­rea verde comunale del Parco delle Rimembranze.

Il territorio si presta a percorsi storico-naturalistici, da com­piere a piedi o in mountain-bike, attraverso i sentieri della Vallata dell’Ete Morto.

DA NON PERDERE Carnevale in piazza (domeni­ca di carnevale); Festa della Madonnetta (martedì di Pa­squa); Festa di Santa Rita (fine aprile-inizio maggio); Festa del Patrono San Rocco (16 agosto); Sagra `Lu Vurgu fa cantina”, rievocazione del­le antiche cantine (prima setti­mana di settembre).

Share Button