Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Marche»Ascoli Piceno»Arquata del Tronto

Arquata del Tronto

Arquata del Tronto

.
Già statio della Via Salaria in epoca romana con il nome di Supircanum, nel 1225 Arquata (da arx, rocca) si sottopose spontaneamente ad Ascoli Pieceno, ricevendone in cambio ampia autonomia. Nel 1429 passò sotto il dominio di Norcia, per restarvi fino al XVIII secolo. Sotto l’invasione napoleonica, nel 1809, fu annessa all’Umbria. Caduto Napoleone, con la restaurazione del governo pontificio, tornò nella delegazione di Ascoli Piceno.

Molto interessante è la Rocca medievale, edificata nel Duecento in posizione dominante l’abitato e ricostruita tra i secoli XIV e XV da Giovanna II di Napoli. La Chiesa della SS. Annunziata conserva un Crocifisso ligneo del sec. XIII. La Chiesa della Madonna della Neve, in frazione Faete, custodisce alcuni affreschi di Pietro Alemanno. Nella Chiesa di S. Francesco, in frazione Borgo, si possono ammirare la copia della Sacra Sindone realizzata nel sec. XVII, tre tele del ‘600, una statua lignea policroma del sec. XVI raffigurante S. Antonio da Padova e numerosi arredi. La Chiesa di S. Agata, in frazione Spelonga, conserva importanti affreschi, una pregevole terracotta policroma e una bandiera strappata ai Turchi durante la battaglia di Lepanto (1571).

Arquata è l’unico comune italiano compreso tra due parchi: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Fonte: Regione Marche, Assessorato al Turismo.

Share Button