Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Friuli Venezia Giulia»Gorizia

Gorizia

Gorizia Piazza Vittoria

.
Situata in una ridente conca attraversata dal basso corso dell’Isonzo, la città è circondata da verdi colline e da una cerchia dei monti che fu teatro di scontri cruenti durante la Prima Guerra Mondiale. Attivo centro commerciale ed industriale, Gorizia, nonostante l’espansione urbanistica, è riuscita a conservare nel suo centro storico impronta ottocentesca di città giardino che le viene conferita dalla presenza di ampie zone del tenuto a parco pubblico fra le quali il famoso “parco delle rimembranze“; la città è e di molte istituzioni culturali, ospita il convegno europeo sul canto corale e viene allestita ogni anno una importantissima fiera internazionale chiamata Espomego.

Gorizia può essere utilizzata anche come ottima base per escursioni ai luoghi legati ai tristi ricordi della prima guerra mondiale, come campi di battaglia del Carso e dell’Isonzo, l’Ossario di Oslavia, il Monte San Michele e l’Ossario di Redipuglia.

Una delle ragioni, ma non l’unica, per cui Gorizia è visitata e il suo castello che domina dall’alto la città. A sua costruzione fu iniziata nel dodicesimo secolo ad opera dei conti Lurnhau e Pusterthal e poi presero il nome dei conti di Gorizia. Alla morte dell’ultimo discendente di questi ultimi, nel 1500, il castello passò a Massimiliano d’Asburgo che concretò le fortificazioni della cinta muraria con quattro torri ed un bastione. Oggi dopo le tante vicissitudini e danni delle guerre, e il castello è stato perfettamente restaurato e dispone di innumerevoli camere arredate con mobili d’epoca e arricchite con numerose opere d’arte. Di grande fascino e anche il borgo del castello, che conserva numerosi e interessanti edifici. Fra questi casa Ressauer costruita nel 1475 in stile gotico veneziano e le seicentesco palazzo Formentini ora sede del Museo di storia ed Arte che vanta una collezione di reperti che vanno dalla preistoria ai giorni nostri. Sempre nella stessa zona si trova la chiesa di Santo spirito costruita nel 1398 la quale possiede un originale facciata pietra grezza e due campanili.

Quello che era un modesto centro rurale esistente attorno al castello si sviluppò col tempo nella parte alta con le abitazioni dei luogotenenti, capitani generali è gastaldi, nonché delle persone al servizio dei conti. Nella parte bassa, detta “terra inferiore”, si insediarono via via i mercanti e gli artigiani. Nel 1210 i conti concessero alla popolazione nella parte bassa un mercato settimanale che si svolgeva in piazza Sant’Antonio davanti ad un convento francescano. Nella stessa piazza sorse uno dei primi palazzi nobiliari, quello dei conti di Strassoldo, gli stessi del castello omonimo che si trova a Cervignano in provincia di Udine.

Share Button