Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Emilia Romagna»Ferrara

Ferrara

Ferrara

.
Adagiata nel mezzo della Pianura Padana, Ferrara si presenta con l’atmosfera intatta del suo passato. L’immagine più famosa è certamente quella del suo grande Rinascimento, l’epoca dello splendore della corte Estense, che ha lasciato ovunque segni incancellabili: nel colossale progetto dell’Addizione Erculea, negli imponenti cicli pittorici del Quattrocento e Cinquecento e nel Giudizio Universale del Bastianino.

Dal 1995 il Centro storico di Ferrara è stato inserito dall’UNESCO nella lista del patrimonio mondiale dell’Umanità quale mirabile esempio di città progettata nel Rinascimento che conserva il suo centro storico intatto.

La città di Ferrara sorse alla biforcazione dell’antico corso del Po nei due rami di Volano e Primaro e nel Medioevo divenne libero Comune, iniziando a svilupparsi sulla riva sinistra, verso nord. Fino al XII secolo il ramo principale del Po, che scorre ora alcuni chilometri a nord della città, passava sotto le mura meridionali: qui sorgeva il porto fluviale, per lungo tempo trafficato crocevia di merci.

A sud del centro sorge quindi la città più antica, estesa longitudinalmente lungo le rive del grande fiume e intersecata dalle strade che mettevano in comunicazione il porto con la zona dei mercati. La struttura antica è rimasta praticamente intatta e ben leggibile nelle vie attorno alla famosa Via delle Volte, con scorci di grande suggestione.

Nei quartieri medievali si trova anche la zona dell’antico ghetto ebraico con la Sinagoga.

Dal Basso Medioevo ad oggi, la zona attorno alla Cattedrale è sempre stata il fulcro della vita cittadina. Accanto ad essa si trovano il Palazzo Ducale, attuale sede del Municipio, e il famoso Castello Estense edificato a partire dal 1385. Comprese nell’area medievale sono anche Palazzina Marfisa d’Este e Casa Romei, due magnifici esempi di dimore rinascimentali legate alla signoria degli Este. Durante tutto il Medioevo e per quasi tutto il XV secolo, il confine settentrionale della città correva lungo l’attuale asse viario Viale Cavour – Corso Giovecca.

Nell’anno 1492 il duca Ercole I d’Este ordinò l’estensione della città verso nord ed incaricò del lavoro Biagio Rossetti, uno dei più grandi ed originali architetti ed urbanisti del Rinascimento italiano. L’ampliamento, denominato in onore del duca “Addizione Erculea”, portò al raddoppio della superficie di Ferrara e venne fuso alla città più antica con un progetto d’avanguardia: nuove strade ampie e rettilinee, lungo le quali sorsero eleganti edifici, come Palazzo dei Diamanti e Palazzo Massari, verdi giardini e la celebre Piazza Ariostea.

Share Button