Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Enogastronomia Toscana

Enogastronomia Toscana

Vino Montepulciano

Il Vino Nobile di Montepulciano è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montepulciano in provincia di Siena. Non va confuso con il Montepulciano d’Abruzzo DOC, che è un vino abruzzese prodotto con l’omonimo vitigno, a differenza del Vino Nobile di Montepulciano che, invece, è vinificato da un’antica selezione clonale del vitigno Sangiovese detto Prugnolo Gentile.

L'Olio di Oliva dei Monti Pisani

L’olio di oliva rappresenta uno dei prodotti più tipici dell’agricoltura toscana. Un prodotto che tutti conoscono e che recentemente è stato riscoperto insieme ai sapori della cucina classica casalinga. Non a caso, alcuni ristoranti presentano insieme alla carta dei vini DOC anche quella degli oli d’oliva DOP.
L’olio extravergine e quello vergine di oliva sono il frutto della spremitura delle olive a temperature che non causano alterazioni chimiche. L’olivicoltura ha antica tradizione: sia in Toscana che nella provincia di Pisa esistono diverse varietà di olivo e quindi anche di olio, con differenze di tempo e modo di raccolta, oltre che di conservazione delle olive. Ulteriori differenze dipendono infine dai microclimi e dalla composizione dei terreni. Read more

Vino dei Colli dell'Etruria Centrale

La zona di produzione del Vino dei Colli dell’Etruria Centrale (DOC) coincide con quella del Chianti delle Colline Pisane, ma i produttori devono optare per l’una o per l’altra denominazione.

Vino Montescudaio

Questo vino ha colore brillante, odore intenso, sapore secco. Si abbina soprattutto con i primi piatti, carni bianche e rosse, formaggi.

Bianco Pisano di San Torpé

La zona di produzione del “Bianco Pisano di San Torpé” (DOC) abbraccia un territorio ancora più vasto, per cui i terreni che la costituiscono hanno caratteristiche diverse che non consentono una qualità uniforme delle uve e del vino.

Pratolina

Formaggio di pura capra. È un formaggio caprino di forma cilindrica, colore bianco, consistenza cremosa, sapore e odore marcati e persistenti.

Brunello di Montalcino

Il Brunello di Montalcino è tra i primi vini ad ottenere la Denominazione di Origine Controllata ed il primo vino italiano ad ottenere la  Denominazione di Origine Controllata e Garantita, viene prodotto in provincia di Siena  esclusivamente entro i confini del territorio comunale di Montalcino, con le uve del solo vitigno Sangiovese denominato localmente Brunello. Enologicamente il Brunello è nato intorno alla metà dell’800 per opera di un gruppo di viticoltori locali, che ottennero un prodotto di grande qualità, con caratteristiche di vino da lungo invecchiamento. Caratteristica di questo vino è la lunga maturazione prima dell’immissione in commercio. La vinificazione, l’affinamento e l’imbottigliamento devono essere effettuati solo nel comune di Montalcino. Read more

Chianti

Il Chianti è uno dei vini rossi italiani più conosciuti nel mondo. Questo successo è dovuto all’impegno del Barone Ricasoli, discendente di un’antica famiglia toscana, il quale per primo definì un disciplinare per il Chianti. Infatti, fino a quel momento, il vino veniva prodotto senza rispettare specifiche indicazioni e quindi mescolando vitigni diversi. Secondo Ricasoli l’uvaggio doveva essere composto prevalentemente da sangiovese, quindi da canaiolo e malvasia. Successivamente vennero inserite anche parti di trebbiano toscano. Attualmente il Chianti rispetta i canoni ricasoliani anche se nell’uvaggio si possono talvolta riscontrare limitate aggiunte di altre uve come cabernet o merlot. Read more

Pane di Pomarance

Questo pane, di colore marrone chiaro e con un peso tra i tre e i cinque chili, ha la forma di pagnotta e si può trovare sia sfuso che confezionato. L’impasto viene fatto lievitare un po’ più a lungo dei tradizionali pani e la cottura e rigorosamente in forno a legna.

Forma di Fichi

Dolce tipico del periodo natalizio a base di fichi secchi aperti, disposti a strati, conditi (con nocciole, mandorle, pinoli e zucchero) e poi pressati. In passato questo alimento veniva utilizzato dai contadini nei mesi invernali perchè fortemente energetico; veniva mangiato con il pane ed accompagnato da un buon bicchiere di vino.

Pages:12Next »