Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Campania»Napoli»Pompei

Pompei

Quarantaquattro ettari di area scavata costituiscono un sito archeologico che non ha pari al mondo.
Il centro romano che oggi è aperto alle visite deriva, in realtà, da un altro centro più antico, fondato all’inizio del VI secolo a.C dagli Osci, popolo italico cui poi si sovrapposero i Sanniti.

Della città italica ci sono molte tracce: essa fu all’inizio abitata solo nella zona dove attualmente si trova il Foro per poi estendersi assumendo l’impianto ad isolati rettangolari – le insulae -, ancora visibile.
Anche molti edifici oggi visitabili furono costruiti durante il II secolo a.C., prima che Pompei, in seguito alla guerra sociale che la oppose a Roma, fosse conquistata da Cornelio Silla, diventando colonia romana nell’80 a.C.

A pochi anni prima dell’eruzione risale una delle più antiche case chiuse della storia: il Lupanare.
Le sue dieci stanze in due piani e la latrina sono stati da poco riaperti al pubblico.
I suoi dipinti licenziosi e i suoi graffiti con frasi erotiche ne fanno il più importante dei venticinque bordelli pompeiani.
Agli anni della colonia risalgono le Terme del Foro e l’Anfiteatro, ma l’aspetto attuale fu raggiunto nella prima età imperiale, epoca in cui furono costruite la Palestra Grande e gli edifici pubblici sul lato est del Foro.
Questo, circondato da un portico e dominato dal Tempio di Giove, fu il cuore politico e amministrativo della città, contrapposto al quartiere dei teatri, centro delle attività culturali.

Di grande interesse anche le terme pubbliche: oltre a quelle del Foro sono visitabili anche quelle Stabiane nella sola zona maschile, caratterizzate dall’alternarsi di ambienti a temperatura gradatamente crescente: frigidarium, tepidarium e calidarium.
Alle spalle del grandioso edificio delle Terme, si può ammirare la Casa del Poeta Tragico, dove, oltre ai mosaici e a numerosi dipinti oggi esposti al Museo Archeologico di Napoli è stato ritrovato il celeberrimo mosaico raffigurante un cane da guardia che reca la scritta “Cave canem” (attenti al cane).

Accessi Piazza Marina – Piazza Anfiteatro Accesso scuole Per le scuole in visita è obbligatoria la prenotazione; l’ingresso è consentito solo da Piazza Anfiteatro.
Orari Dal 1° novembre al 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30); dal 1° aprile al 31 ottobre: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00).
Giorni di chiusura: 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre Prezzo intero: 10,00 € Prezzo ridotto: 5,00 €
Ed ecco gli alberghi di Pompei, indispensabili se si vuole visitare completamente il paese.

Fonte: www.turismoregionecampania.it

Share Button