Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Abruzzo»Teramo»Isola del Gran Sasso

Isola del Gran Sasso

Isola del Gran Sasso

.
Isola del Gran Sasso
è collocato ai piedi del Gran Sasso d’Italia. Adagiata nel cuore di una valle ampia e magnifica, denominata Valle Siciliana, al centro di una conca circondata da dolci colline alla confluenza del torrente Ruzzo e del fiume Mavone, da cui il suo nome, Isola, si apre in un degradare di clivi e di verde, di campi lavorati, di vigneti, oliveti e frutteti; con a ridosso boschi, pascoli, nevi perenni ed il magnifico teatro roccioso delle creste che si elevano per circa 25 km, dal Camicia all’Arapietra; e su tutte svettante, imponente, superbo, il Corno Grande con i suoi 2500 metri di “Paretone”.Isola del Gran Sasso

Il centro storico di questo paese è caratterizzato da casette antiche con finestre sulle quali sono incise massime e sentenze latine. Tra le chiese più significative ci sono la Parrocchiale di S. Massimo che conserva i bell’ostensorio del ‘400 forse di artista straniero, e la quattrocentesca Cappelletta di S. Sebastiano, appena fuori dall’abitato, che conserva affreschi del De Litio (autore del più grande ciclo quattrocentesco di affreschi d’Abruzzo nella cattedrale di Atri). Non lontano, il Santuario di S. Gabriele, fondato da S. Francesco d’Assisi ma completamente ricostruito recentemente, è il santuario a cui sono più devotamente legati i fedeli abruzzesi.

Altre luoghi di interessi di Isola del Gran Sasso sono il palazzetto cinquecentesco , con portale in pietra e cortiletto interno di cui prende il nome di bifora cinquecentesca; oppure il Cona di S. Sebastiano, fuori dalle mura, la con affreschi quattrocenteschi di Andrea de Litio e ancora L‘Eremo di Santa Colomba,’ situato a circa 1250 metri di altitudine, in luogo isolato, sotto il monte Infornace. Vi si accede da Pretara attraverso un ripido ma ben tenuto sentiero che si snoda tra verdeggianti boschi di abeti e di faggi. Qui, secondo la tradizione, pare si sia ritirata, in vita solitaria e in penitenza, la giovane Colomba, contessa di Pagliara, sorella di S. Berardo. La chiesa, pare sia stata edificata dallo stesso S. Berardo e consacrata dal Vescovo di Penne S. Anastasio. I resti della Santa nel 1595 furono trasportati nella chiesa di S. Lucia e ultimamente in quella di Pretara. Infine a Isola del Gran Sasso si trovano anche il Monastero di S. Nicola di Corno che sorge a circa 1100 metri di altitudine, ai margini di un pianoro, denominato “prato dei frati” e la Chiesa romanica di S. Giovanni ad Insulam, tra le più belle D’Abruzzo, con i ruderi del cenobio di S. Valentino con resti di affreschi da salvare.

Per chi volesse soggiornare a Isola del Gran Sasso vi consigliamo di andare su Booking.com

Share Button