Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Abruzzo»Chieti»Vasto

Vasto

Vasto

.
Vasto è l’antica Histonium che la leggenda vuole fondata da Diomede. Fu città dei Frentani, quindi romana; fece parte del ducato di Benevento e nell’802 fu messa a ferro e fuoco da Pipino. Tra XV e XVIII sec. fu sotto il dominio di vari feudatari (Caldora, Guevara, D’Avalos).

In piazza Rossetti, nel mezzo, c’è il monumento al poeta e patriota vastese Gabriele Rossetti; a nord della piazza è il Castello (sulla piazza prospetta il retro oggi in parte adibito ad abitazione) d’impianto duecentesco con aggiunte e rifacimenti posteriori: ha due torri cilindriche e possenti bastioni angolari. Il lato orientale della piazza conserva l’andamento semicircolare di un anfiteatro, qui costruito in età romana, e si conclude a Sud con l’austera Torre di Bassano del 1439.Vasto

Nelle immediate vicinanze è la Chiesa di S. Maria Maggiore, risalente all’XI sec. ma rifatta nel 1785 a causa di rovinose distruzioni. trecentesca è invece la torre campanaria. L’interno, a tre navate con cupola, è neoclassico; vi si conservano pregevoli opere di scuola veneta e, in particolare, uno Sposalizio di S. Caterina attribuito a P. Veronese.

Sul bastione alle spalle della chiesa c’è la casa natale di Gabriele Rossetti, come ricorda la targa, ricostruita nel 1952 e oggi sede della biblioteca comunale; da qui si può godere di un suggestivo panorama sulle colline dai caratteristici oliveti che declinano dolcemente fino al mare, sul cui orizzonte si scorgono le isole Tremiti.

Palazzo D’Avalos, rifatto su una preesistenza nel XIV sec., rovinò con l’incendio dei Turchi nel ‘500 e fu subito dopo ricostruito in forme tardo rinascimentali. Fu anche dimora di Vittoria Colonna, la dolce confidente del tormentato Michelangelo Buonarroti. Parte del palazzo accoglie il Museo Civico che conserva reperti archeologici del territorio circostante e una raccolta di dipinti dei fratelli Palizzi, alcuni dei quali ebbero qui i natali.

Segue piazza del Popolo col suo bell’affaccio sul mare e, vicinissima, piazza L. V. Pudente, dove si erge la Cattedrale: molto antica, ha subito vari rifacimenti, l’ultimo nel 1890, pur conservando ancora l’antica facciata duecentesca con portale ogivale e rosone (restaurato); l’interno ad una navata è in stile pseudogotico.

Non lontane sono le chiese di S. Pietro, che conserva dell’antico impianto il ricco portale strombato e rilievi, e di S. Antonio, dal bell’interno barocco con opere dei fratelli Palizzi.
Non sono lontani neanche i suoi alberghi, da prenotare e soggiornare.

Per saperne di più sui dintorni di Vasto potete guardare su questa pagina.

Share Button