Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Abruzzo»Chieti

Chieti

Chieti

.
Secondo l’antica leggenda fu Achille, l’eroe greco, a fondare Chieti. Il toponimo Teate esisteva già nel 1000 quando la città divenne capitale dei marrucini. Popolo bellicoso, i Marrucini si affiancarono ai Romani contro Pirro e Annibale e poi sfidarono Roma a fianco dei Sanniti. Nella piena fase dell’Impero, divenne municipium e si arricchì di numerosi monumenti.
Da quel momento iniziò una fase di declino che si concluse con l’assedio di Pipino (801). La sua annessione al Ducato di Spoleto la fece assurgere al ruolo di baluardo di frontiera meridionale dell’Impero. Raggiunse pero’ il massimo splendore con Carlo I che la designò capitale dell’Abruzzo Citra, il territorio alla destra del fiume Pescara. Sebbene l’ascesa della città dell’Aquila limitò la sua fama, divenne nel XV sec metropoli dell’Abruzzo, con diritto di battere moneta propria, in quanto sede arcivescovile. Nel ‘600 e nel ‘700 si riaffermo’ come centro culturale per la presenza degli Scolopi e dei pastori arcadi della colonia di Tegea e per la presenza del marchese Romualdo de Sterlich, partecipe della cultura illuminista.Chieti

Collocata su un crinale lungo la valle del Pescara, conserva ancora molte testimonianze tangibili della storia del passato.
Inglobati nelle abitazioni ci sono ampi tratti della cinta muraria e, portati alla luce con gli scavi recenti, i resti di templi (area archeologica della Civitella), degli edifici per lo spettacolo e delle strutture termali con una cisterna, poderosa opera di ingegneria idraulica, databili dal II sec. a.C. fino alla piena età imperiale. Nel periodo medievale vengono edificate numerose strutture tra le quali spicca la Cattedrale di S. Giustino sorta su un edificio di culto più antico, le cui strutture sono in parte visibili nella cripta. La facciata e il fianco destro, quello che prospetta sulla piazza, sono opera dell’architetto Guido Cirilli. Il campanile, adorno di bifore ogivali fu iniziato da Bartolomeo di Giacomo e fu ultimato da Antonio da Lodi nel XIV sec. Il portale da’ l’accesso ad un fastoso interno a croce latina, a tre navate. Numerose le pale e i dipinti d’epoca, conservati sugli altari.
Visibili anche i resti di affreschi del XII e XIII sec. Ricco e prezioso il tesoro con il calice d’argento dorato, opera di arte veneziana del ‘400, il Messale miniato Borgia e la statua d’argento della Madonna del Popolo di scuola napoletana del XVII sec. Meritano particolare attenzione anche le chiese di S. Domenico e di S. Francesco. Tra gli edifici civili spiccano il Palazzo Municipale di forme neoclassiche che conserva testimonianze dell’originario Palazzo Valignani del 1517 e il Palazzo di Giustizia in uno stile pseudo-gotico. Nelle immediate adiacenze c’è il Tetro Marrucino e, sulla sinistra, il Palazzo Martinetti del XVIII sec, in cui ha sede la Pinacoteca Provinciale “Costantino Barbella”, che conserva alcune delle tele più belle di Francesco Paolo Michetti, come Ritratto di scultore, Prima nidiata. Nell’elegante villa ottocentesca Frigeri, collocata nella rigogliosa villa comunale è situato il Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo che conserva la più importante collezione di Archeologia abruzzese ( Guerriero di Capestrano, Ercole Cubans di Alba Fucens, Ercole Curino di Sulmona).
Nel territorio di Chieti, in località Madonna del Freddo, sono state rinvenute testimonianze che accertano la presenza dell’uomo in quelle zone a partire dal Paleolitico.

Questa una lista dei Musei presenti a Chieti:

Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo tel 0871331668 Museo d’arte Costantino Barbella tel 0871330876 Museo di storia delle scienze biomediche: Esposizioni sulla storia delle patologie, origine ed evoluzione della vita sulla terra e sull’evoluzione dell’uomo. tel.0871.540194 / 540187 tel/fax 0871.3556049 e-mail: mssb@unich.it sito internet: www.unich.it Complesso archeologico “La Civitella” – via G. Pianell – tel. 087163137 – fax. 0871405148 – www.lacivitella.it – lacivitella@tiscalinet.it

Per chi volesse soggiornare a Chieti vi consigliamo di andare su Booking.com

Share Button