Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Abruzzo

Abruzzo

Vasto, Chiesa della Madonna della Penna

Rocca Calascio

Lago Turano

L’Aquila, Piazza Duomo

Gran Sasso, verso il Corno Grande

  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

#3399CCfadetrue

Visitate l’Abruzzo insieme a Italyzone con consigli di viaggio sulle località più interessanti, gli itinerari e le migliori strutture in cui soggiornare.

Il paesaggio dell’Abruzzo e’ caratterizzato da montagne anche di notevole altitudine formate in buona parte da calcare.
Culminano nei 2912 metri del Gran Sasso, ai piedi del quale si cela il piccolo ghiacciaio del Calderone, il più meridionale in Europa e l’unico dell’Appennino.
Grande importanza hanno anche i massicci della Majella (2795 metri), del Velino (2486 metri) e del Sirente (2358 metri) e dei monti del Parco Nazionale d’Abruzzo, che hanno la loro vetta più elevata nel monte Marsicano (2253 metri).
Sul confine con il Lazio, spicca la catena dei Simbruini-Ernici, la cui massima elevazione è il monte Viglio (2156 metri). Pareti rocciose compaiono sul Gran Sasso, sulla Majella, sul Velino e sul Sirente. Tipici della regione sono gli altopiani, gli inghiottitoi e i canyon.
Da non perdere le cascate di Zompo lo Schioppo, della Sfischia e del Verde, i laghi di Campotosto, di Barrea e di Scanno e le grotte del Cavallone, Beatrice Cenci e di Stiffe.
Sola eccezione geologica nel regno del calcare sono i Monti della Laga, costituiti da marne e arenarie, in cui svetta il monte Gorzano (2458 metri), ai quali si affiancano i massicci calcarei della Montagna dei Fiori e della Montagna di Campli.

Al confine tra Abruzzo e  Molise si alzano i Monti Pizi e i Monti dei Frentani.
Scandite dai fiumi (tra questi il Tronto, il Tordino, il Vomano, il Tavo-Saline, l’Aterno-Pescara, il Sangro e il Trigno), le colline abruzzesi sono in buona parte coltivate. Sorgenti, boschi e torrenti offrono però delle parentesi di natura intatta, cui si affiancano i calanchi di Atri e dell’Alento. Di grande valore naturalistico sono i laghi di Serranella e di Penne, dove sostano molte specie rare di uccelli.
nche il litorale merita una visita da parte degli appassionati della natura. In gran parte sabbiosa, la costa si alza tra Ortona e Vasto nei promontori di Punta del Cavalluccio e Punta d’Erce. Oasi verdi sono offerte dalle pinete di Santa Filomena e Pineto e dalla lecceta di Torino di Sangro.

Fra le regioni del Centro e Sud Italia, l’Abruzzo è quella che ha il maggior numero di impianti sciistici che attualmente sono 17. Nelle zone interne montane sono presenti gli impianti sciistici di Scanno, Ovindoli, Pescasseroli, Tagliacozzo, Roccaraso, Campo Imperatore, Campo Felice, Rivisondoli, Pescocostanzo e Prati di Tivo dove il turismo invernale è molto sviluppato.

AbruzzoMolto sviluppato anche il turismo estivo, costiero e balneare; i più importanti centri turistici balneari attrezzati sono Montesilvano, Pineto, Roseto degli Abruzzi, Giulianova, Alba Adriatica, Tortoreto, Francavilla al Mare, Ortona, Vasto, Martinsicuro, Silvi Marina e la Costa dei trabocchi. Molti di questi centri balneari turistici hanno il privilegio e il prestigio di essere nominati Bandiera Blu dall’Unione Europea per la qualità delle acque e dei servizi offerti, collocando l’Abruzzo quarto tra le regioni italiane in questa particolare graduatoria con 14 Bandiere Blu dietro solo alla Liguria, Toscana e Marche, per quanto riguarda l’anno 2012.

Per quanto riguarda il turismo storico-artistico religioso e culturale in Abruzzo, di importanza storica e culturale sono le città di Chieti (vestigia romane, chiese, musei), Teramo, Vasto, Lanciano (Miracolo eucaristico di Lanciano), Manoppello (Volto Santo di Manoppello), Ortona (Concattedrale Basilica di San Tommaso Apostolo con le spoglie del Santo discepolo di Gesù), Atri (Basilica di Santa Maria Assunta), Giulianova, Sulmona, e soprattutto L’Aquila che possono vantare moltissimi monumenti, musei, castelli e chiese di importanza nazionale (tra le quali la celebre Basilica di Santa Maria di Collemaggio – con le spoglie di Papa Celestino V – gravemente danneggiata dal sisma del 2009); anche Pescara pur essendo una città moderna, vanta basiliche, santuari, chiese e musei importanti (Basilica della Madonna dei sette dolori, Madonna del Fuoco, Cattedrale di San Cetteo, e Museo casa natale Gabriele D’Annunzio).

Share Button