Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Archive for luglio 2013

Archive for luglio 2013

Musei Civici di Pesaro

Ospitati a palazzo Mosca, edificio storico nel cuore del centro a pochi passi da piazza del Popolo, i Musei Civici si articolano in una Pinacoteca e in un Museo delle Ceramiche. I dipinti esposti documentano un lungo periodo dal XIV al XX secolo e provengono da chiese cittadine e collezioni private. Su tutti emerge la pala l’Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini, capolavoro assoluto del rinascimento italiano. La ricca sezione ceramica ospita, tra l’altro, magnifiche maioliche istoriate del Ducato di Urbino (XVI secolo) e la produzione alla rosa che segna il grandissimo successo di Pesaro in quest’arte nel Settecento. Grazie ad un ricco programma di eventi per indagare il patrimonio museale e il territorio, Palazzo Mosca diventerà un ‘luogo’ della cultura dinamico, da frequentare sempre e aperto a tutti. Read more

Museo Diocesano di Pesaro

Inaugurato nel 2006, il Museo Diocesano è accolto nel settecentesco Palazzo Lazzarini, in via Rossini di fronte al Duomo. Le collezioni si compongono di reperti archeologici, sculture, dipinti, argenti e tessuti che fanno parte del prezioso patrimonio artistico e liturgico della Cattedrale e del territorio diocesano. Read more

Teatro Rossini di Pesaro

Il Teatro Rossini viene inaugurato come Teatro del Sole nel 1637, durante il pontificato di Urbano VIII che concede, come luogo per gli spettacoli pubblici, le vecchie scuderie ducali costruite da Federico Ubaldo Della Rovere.
L’edificio subisce nel tempo diverse trasformazioni; una vera e propria ricostruzione si deve all’architetto Pietro Ghinelli tra il 1816 e il 1818, anno in cui è inaugurato come Teatro Nuovo con una eccezionale rappresentazione de La gazza ladradiretta dallo stesso Gioachino Rossini, già celebre anche se appena ventisettenne. Del vecchio edificio si salva il portale bugnato di Filippo Terzi che tuttora costituisce l’ingresso principale. Read more

Osservatorio Valerio di Pesaro

Situato all’interno degli Orti Giuli, l’Osservatorio Valerio nasce nel 1861 come osservatorio meteorologico, grazie al sussidio concesso a Pesaro – su istanza del professor Luigi Guidi – da Lorenzo Valerio, primo rappresentante nelle Marche dell’Italia unita. Guidi, che già svolgeva ricerca in agronomia e meteorologia con riconoscimenti internazionali, sarà il direttore dell’Osservatorio fino alla sua morte (1883). Read more

Rocca Costanza

Costruita da Costanzo Sforza fra il 1474 e il 1483, Rocca Costanza costituisce la più importante opera di fortificazione della città.
Il progetto è iniziato dall’ingegnere Giorgio Marchesi da Settignano e affidato dopo pochi mesi ad altri, forse a Luciano Laurana. Il contratto del 12 febbraio 1479 (per la fornitura di alcuni materiali) è l’ultimo documento in cui viene nominato l’architetto, che muore in quello stesso anno. Read more

Palazzo Ducale di Pesaro

Luogo di vita e governo del signore e della sua corte, il Palazzo Ducale è un vastissimo isolato, con la facciata fatta realizzare da Alessandro Sforza. Le sue vicende costruttive sono infatti legate alle signorie succedutesi a Pesaro dal XIII al XVII secolo. Nell’edificio è inglobato il sito delle quattrocentesche case dei Malatesti e degli Sforza, ristrutturate e ampliate fino alle attuali dimensioni dai Della Rovere, duchi di Urbino e Pesaro tra il 1523 circa e il 1621. Read more

Chiesa del Nome di Dio di Pesaro

Si tratta dell’unico edificio religioso rimasto a Pesaro che rappresenti una sintesi perfetta fra architettura e scenografia. Viene fatta costruire dal 1577, dalla Compagnia del Nome di Dio, una delle più ricche fra le confraternite laicali pesaresi che provvedeva ai funerali dei poveri e dei giustiziati; si giustifica così la presenza diffusissima di simboli di morte nella decorazione della chiesa. Read more

Santuario della Madonna delle Grazie di Pesaro

La storia del Santuario è connessa con le origini dell’insediamento francescano a Pesaro, databili attorno al 1231; la loro chiesa risale al 1270, mentre il convento al 1325. Ordine e chiesa di san Francesco sono i prediletti dai Malatesti che durante la loro signoria (1285-1445) favoriscono i tre ordini mendicanti di san Francesco, san Domenico e sant’Agostino.
Pandolfo II, al governo dal 1355 al 1373, promuove una vasta ristrutturazione della chiesa, compreso, probabilmente, il rifacimento del portale tra il ‘56 e il ‘73. Read more

Chiesa della Beata Vergine del Carmine di Pesaro

La chiesa dedicata alla Purificazione della Beata Vergine rappresenta in città l’unico edificio sacro di tipo claustrale ancora officiato. In origine annessa al monastero delle Serve di Maria, viene ricostruita tra il 1738 e il 1773 su progetto del pesarese Giuseppe Tranquilli. Alla soppressione degli ordini religiosi in epoca napoleonica, risale l’introduzione del culto della Beata Vergine del Carmine la cui festa si celebra il 16 luglio.
Nel tempo l’edificio ha subìto abbandoni e passaggi di proprietà; chiuso per pericolo di crollo dal 1981, viene riaperto nel 1986, grazie all’impegno di un Comitato Civico e del Comune. Read more

Cattedrale di Pesaro

La cattedrale si affaccia con un ampio sagrato su via Rossini. Quella scomparsa dei primi tempi del cristianesimo pesarese (V secolo) si trovava entro il perimetro della città romana, nella stessa sede in cui si colloca oggi. In epoca medioevale la chiesa viene dedicata a San Terenzio, primo vescovo della città nel III secolo, martire e protettore di Pesaro.
La distruzione del campanile ad opera di Cesare Borgia nel 1503 determina rifacimento e ampliamento del presbiterio e dell’abside. Read more

Pages:« Prev1234567891011Next »