Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Laghi di Perugia»Lago Trasimeno

Lago Trasimeno

Il Lago Trasimeno fa parte dal punto di vista amministrativo dell’Umbria; culturalmente, tuttavia, la zona del Lago Trasimeno è insieme di Umbria e Toscana ed ha le caratteristiche di una e dell’altra regione. Si trova cioè in un’area di confine e questo lo si può ritrovare sia nel paesaggio che nelle tradizioni.
Il Trasimeno non è un affollato luogo di passaggio, ma è in luogo in cui si giunge quasi per caso per poi diventare habituè.
Il Lago è raggiungibile facilmente in auto tramite l’Autostrada del Sole, uscendo al casello di Valdichiana o di Chiusi – Chianciano Terme. Se si preferisce viaggiare in ferrovia, percorrete la linea Firenze – Roma e scendete a Terontola o a Chusi o ancora a Castiglione del Lago.
Sul Lago potrete alloggiare in uno degli otto Comuni (Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano, Piegaro, Tuoro) e poi programmare una serie di comode escursioni, visto che il Lago si trova in posizione strategica a pochi chilometri da Perugia, Assisi, Siena, Orvieto, Arezzo, Cortona, Gubbio, Spoleto, Chiusi.
Avrete cioè a disposizione la maggiorparte dell’arte rinascimentale italiana, nonchè una parte di quella medievale ed antica. In appena due ore di macchina potrete poi raggiungere Roma, ma forse la bellezza del Lago vi attirerà al punto di non voler proseguire oltre.
Il Lago Trasimeno è un vero paradiso per gli appassionati di botanica: qui è possibile trovare l’incantevole ninfea bianca nascosta tra i canneti del lago. Inoltre il Lago, che è il quarto in termini di grandezza in Italia) ha una sua ben precisa natura laminare ed attira perciò una grande moltitudine di uccelli.
Il Lago è circondato da una fascia pianeggiante e da un anello di dolci colline, dove i boschi si alternano ai campi di girasole e di mais, ai vigneti ed alle distese di olivi.
I Lago Trasimeno, nel corso della storia, ha avuto anche momenti difficili: nel 1777, per ovviare ai continui straripamenti ed ai casi di malaria, fu avanzata l’idea di prosciugarlo. Questa proposta non fu limitata a poche voci, tanto che andò avanti fino al 1865 quando il governo dell’epoca sembrò accoglierla. Fu solo grazie all’opposizione degli abitanti e di un gruppo di intellettuali che il Lago si salvò.
Nel 1995 la Regione Umbria ha istituito il Parco Naturale del Lago Trasimeno con sede a Passignano sul Trasimeno come strumento per tutelare e valorizzare il Lago in modo che terra, acqua, aria animali e l’uomo stesso non siano soffocati dall’inquinamento ma possano continuare a far scorrere tranquillamente la propria vita.
Nel territorio del Trasimeno, seguendo i diversi itinerari naturalistici come ad esempio “l’anello del Trasimeno” o “l’anello del Monte Pausillo” a piedi, in bicicletta o a cavallo, è possibile respirare un’atmosfera medievale e visitando luoghi monumentali e storico artistici del percorso “Museo Aperto” che tocca i centri di Castiglione del Lago, Città della Pieve e Panicale in cui dominano opere del Rinascimento, ci si può immergere nei fasti della vita dei signori di quel tempo apprezzando gli affreschi delle loro residenze. Presso numerosi maneggi, inoltre, si possono noleggiare i cavalli ed inoltrarsi nei boschi. Chi di voi è più contemplativo potrà praticare il golf, il tiro con l’arco e chi invece ama sport più impegnativi potrà scegliere il tennis, il calcio la bicicletta la vela o il windsurf.
Tutti probabilmente saranno attirati da una gita in battello che collega i centri rivieraschi e due delle 3 Isole (Isola Maggiore e Isola Polvese).