Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Monumenti e Musei di Ascoli Piceno»Palazzo dei Capitani

Palazzo dei Capitani

Il palazzo dei Capitani, residenza, nei secoli, del Capitano del Popolo, del Podestà, poi degli Anziani ed infine dei Governatori Pontifici, è uno dei luoghi di maggiore interesse della città di Ascoli.
Dal XIII secolo, epoca della fusione di tre edifici medievali e di una torre gentilizia, riadattata a campanile, si sono susseguite nel tempo notevoli trasformazioni.
Si nota subito per la torre duecentesca che sovrasta l’edificio.
Nella seconda metà del quattrocento, si ricavò l’ammezzato tra il primo e il secondo piano e il fabbricato venne allungato a sud.
La retrofacciata del Palazzo fu realizzata, nel 1520, dall’architetto e pittore Nicola Filotesio detto Cola dell’Amatrice.
Dopo l’incendio, avvenuto nel Natale del 1535 il palazzo venne radicalmente ristrutturato e i lavori riguardarono anche il cortile interno tipicamente rinascimentale, incorniciato da tre ordini di logge, disegnato dall’architetto Camillo Merli.
Nel 1549 fu realizzato, infine, il Portale, nella parte superiore del quale venne inserito il monumento a Papa Paolo III Farnese, ad opera di Simone Cioli.