Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Fortificazioni e Castelli di Lecce»Il Castello di Carlo V

Il Castello di Carlo V

La costruzione del castello, voluta dall’imperatore Carlo V desideroso di consolidare il sistema difensivo delle zone di frontiera dei suoi domini, occupò gli anni dal 1539 al 1549. Progettista ne fu un nobiluomo leccese valentissimo architetto militare, Gian Giacomo dell’Acaya.
Il castello con la sua cinta muraria si presenta come uno dei prodotti più evoluti e prestigiosi dell’architettura militare del secolo XVI ed eccelle tra le opere bastionate realizzate in Puglia.
Di forma trapezoidale, è rafforzato agli angoli da possenti bastioni lanceolati; all’interno ingloba un preesistente mastio quadrangolare d’età angoina. Nel corpo principale della fabbrica dimorarono Governatori e Presidi di terra d’Otranto; qui ebbe residenza, nel secolo XV, Maria d’Enghien, principessa e contessa; qui trovò ospitalità Ferdinando IV in una sua visita a Lecce. L’edificio presenta due porte d’accesso monumentali: una, nella cortina del lato nord-ovest è rivolta verso l’abitato storico; l’altra, nella cortina opposta, era prospiciente la campagna. Questa seconda porta è sormontata dalle armi del regno di Carlo V e presenta su entrambi i lati lunghe feritoie per il passaggio delle catene e degli assi che azionavano il ponte levatoio.

Attualmente il castello, nelle parti già restaurate, costituisce un “contenitore” di grande effetto per eventi, percorsi espositivi, iniziative culturali.

Fonte: APT di Lecce.