Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Luoghi di Culto di Gallipoli»Cattedrale di S.Agata

Cattedrale di S.Agata

È il monumento più rappresentativo dell’architettura barocca galllipolina. I lavori iniziarono nel 1629 e furono portati a termine nel 1696. Progettisti furono gli architetti locali, Scipione Lachibari e Francesco Bischettini; le decorazioni furono affidate a Bernardino Genuine.
La facciata è a due ordini; vi si alternano la semplicità di quello inferiore, animato dalle statue, in due nicchie laterali, dei compatroni della città, San Sebastiano e San Fausto, e l’esuberante repertorio ornamentale dell’ordine superiore.
In quest’ultimo, presumibilmente completato dallo Zimbalo, l’espressiva decorazione è interrotta solo dalle nicchie contenenti le statue di Santa Marina e Santa Teresa d’Avila. I busti dei santi Agostino e Giovanni Crisostomo completano le volute del fastigio. Sul portale la statua della titolare della chiesa funge da roccordo tra i due ordini. L’interno ampio, impostato su schemi tardo-rinascimentali, è a pianta basilicale a croce latina con un’ampia navata centrale. Di là dai pur notevoli elementi architettonici o decorativi che lo animano, l’interno costituisce una sorta di galleria della pittura locale del Sei e del Settecento: una galleria di dipinti a cui gli altari fanno da monumentale cornice. Vi dominano le tele del pittore gallipolino di grande talento Giovanni Andrea Coppola; alle sue opere se ne affiancano altre del Catalano e del Malinconico. Splendido coronamento d’un ambiente tanto singolare, l’altare maggiore in marmo policromo del XVIII secolo.

Fonte: APT di Lecce.