Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Viaggi a tema - Viaggi in moto»In moto sulle antiche Mulattiere del Colle del Moncenisio
Colle del Moncenisio

In moto sulle antiche Mulattiere del Colle del Moncenisio

E’ in moto sulle antiche Mulattiere del Colle del Moncenisio il nostro viaggio a tema che vi proponiamo, situato sul passo delle Alpi che unisce la Val di Susa, in provincia di Torino, con la regione dell’alta Maurienne, compresa nel dipartimento francese della Savoia.
Il colle è situato totalmente in territorio francese a seguito delle rettifiche al confine ottenute dalla Francia per i danni subiti a causa della II guerra mondiale.
Il confine italo-francese si stacca dallo spartiacque principale in corrispondenza della Punta Marmottere (comune di Novalesa) e piega decisamente in direzione sud-ovest scendendo verso il Torrente Cenischia. La linea di confine torna a coincidere con lo spartiacque sul lato opposto della valle in prossimità della Punta Tricuspide (comune di Giaglione).

Il colle separa le Alpi Cozie dalle Alpi Graie. La prima vetta delle Alpi Graie che si incontra a nord-est del colle è la Punta di Ronce; la prima vetta delle alpi Cozie che si incontra a sud-est del colle è la Punta Clairy.

Appena sotto il colle, nel versante che scende verso l’Italia ma ancora in territorio francese, è stata costruita una grande diga per la produzione di energia elettrica, divisa tra Italia e Francia. La diga forma il Lago del Moncenisio, specchio d’acqua peraltro già esistente in passato, anche se di dimensione minore; sulle sue rive sorgeva l’Ospizio del Moncenisio, costruito da Napoleone, distrutto con la costruzione dell’attuale diga. Nei periodi di svuotamento del lago è possibile vedere i resti di due dighe di costruzione precedente che sono state sommerse dalle acque del grande lago creatosi con la costruzione dell’ultima diga.In moto sulle antiche Mulattiere del Colle del Moncenisio

Il colle ha avuto una grande importanza storica. Quando Annibale attraversò le Alpi dalla Francia verso l’Italia si pensava che avesse attraversato il Colle del Piccolo Moncenisio e il Colle Clapier, situati ad ovest dell’attuale Colle del (Grande) Moncenisio. Una recente ricostruzione colloca il passaggio di Annibale per il colle dell’Autaret, che mette in comunicazione Avérole (in alta Maurienne) e Malciaussia (Valli di Lanzo).

Nel 1868 venne costruita lungo la strada del colle la Ferrovia del Moncenisio con locomotive a sistema Fell. La ferrovia venne smantellata alcuni anni dopo (1871) in occasione dell’apertura del Traforo ferroviario del Frejus.
Sono ancora visibili, sulla strada che sale da Susa, numerosi manufatti (gallerie, muretti, ponti) di quella ferrovia. Nel 1947 con il trattato di Parigi il territorio del Moncenisio passò dall’Italia alla Francia.

Un interessante tour in moto tra Val di Susa e Val Cenischia è la riscoperta delle mulattiere dell’antico Colle del Moncenisio per una magnifica giornata di mototurismo. Per questo giro in moto si parte da Susa facilmente raggiungibile da Torino con le SS 24 e SS 25, oppure con la comoda autostrada per il Frejus che proprio qui ha un comodo casello.

Lasciata Susa alle spalle si imbocca la SP 210 in direzione di Costa e Novalesa seguendo il torrente Cenischia. A Novalesa non si può perdere una visita all’Abbazia della Novalesa, l’antichissima Abbazia Benedettina dei SS. Pietro e Andrea eretta nell’anno 726.

Superata Novalesa poco dopo avere riattraversato il ponte sul Cenischia sulla destra si apre una mulattiera molto bella da percorrere in moto. Ridiscesi sulla statale si svolta a destra affrontando una lunga serie di tornanti, gioia di ogni motociclista, fino ad arrivare a Moncenisio e ai suoi splendidi laghetti attraversando un ambiente alpino di incredibile bellezza.

Leave your comment

Your Name: (required)

E-Mail: (required)

Website: (not required)

Authorization code from image: (required)


Message: (required)

Send comment