Italyzone su FacebookItalyzone su YouTubeItalyzone su TwitterItalyzone su InstagramRSS Italyzone
Ti trovi qui: Italyzone»Itinerari»Pereta e la ricetta della scottiglia
Pereta, panorama

Pereta e la ricetta della scottiglia

Se passate qualche giorno di vacanza in Toscana e non volete visitare i centri più famosi e conosciuti, Italyzone vi consiglia un piccolo angolo nell’entroterra maremmano dove potete passare una piacevole giornata e assaggiare un piatto tipico della zona cucinato secondo la tradizione. La troupe di Italyzone è stata a Pereta in estate, verso luglio, e ha trovato questa piccola frazione del Comune di Magliano in Toscana, in provincia di Grosseto, davvero splendida. Un gruppo di case che affascinano fin da subito, quando in auto si raggiunge piano piano il paese, superando una curva poi un’altra lungo la strada che conduce a Scansano.

All’arrivo, dopo aver trovato parcheggio vicino all’ingresso del borgo, ci siamo diretti subito nella trattoria da Maria, di cui ci avevano parlato alcuni abitanti del posto. E’ lì che abbiamo incontrato Luciano Pallini, il gestore e cuoco del ristorante a conduzione famigliare. Con la sua simpatia e gentilezza prima di prepararci un piatto tipico locale ci ha presentato la moglie di origine spagnola che ci ha condotto per le vie del centro e ci ha mostrato gli scorci da non perdere. La parte più antica è dominata dall’imponente Torre dell’Orologio, in uno dei più antichi edifici di Pereta, del Quattrocento, poi da vedere c’è la chiesa di San Giovanni Battista, di epoca medievale, la Pieve di Santa Maria Assunta edificata nel ‘400.

Dopo una piacevole passeggiata siamo entrati in cucina per realizzare alcune immagini e scoprire i segreti di come si prepara la scottiglia. Un piatto che le mogli davano ai mariti che lavoravano nei campi, come ci racconta Luciano, e che ha origini antichissime. Una ricetta sostanziosa e particolarmente gustosa, preparata con le costolette d’agnello, il pomodoro e il pane tostato in forno. Piatto ancora più gustoso se avete l’occasione di assaggiarlo seduti in uno dei tavoli della piccola, ma molto accogliente e caratteristica, trattoria da Maria, serviti dal simpaticissimo Luciano e dalla moglie che ormai da diversi anni, hanno preso in gestione il ristorante e permettono ai turisti di mangiare buoni piatti caserecci ad un prezzo contenuto. Quando siamo andati noi con 25 euro il menù comprendeva due primi due secondi con contorno, biscotti, caffè e vino della casa!

Leave your comment

Your Name: (required)

E-Mail: (required)

Website: (not required)

Authorization code from image: (required)


Message: (required)

Send comment